Salta al contenuto principale

Serie B, La Reggina incassa un duro colpo.
E' allarme retrocessione

Basilicata

Ancora una sconfitta per gli amaranto ma è la prestazione che preoccupa: salvezza sempre più lontana. Amaranto in vantaggio per 40’, poi il tracollo

Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

Questa volta il tracollo è molto grave. La Reggina, un pò come all'andata, dopo essere passata in vantaggio, vi resta per quaranta minuti ma poi cede.ed ora la retrocessione potrebbe essere dietro l’angolo.
Il pubblico si è spazientito dopo l’ennesimo tracollo. Tanti i cori di scherno all’indirizzo dei giocatori, ma la richiesta di schierare la formazione Primavera è stata la più terribile per una squadra che ha sulle spalle il peso di un brutto momento di crisi.
La reazione del Lecce è blanda nel primo tempo, ma è la squadra di Breda, molto concentrata, brava a chiudere ogni varco ai salentini. Saccani, invece, non è impeccabile nelle sue decisioni, ma la Reggina è più forte anche delle più piccole avversità. La ripresa si apre senza sussulti, ma al diciassettesimo arriva la svolta. Il Lecce suona la carica e comincia a infierire e così la gara terminerà 4 a 2 per gli ospiti. Per la Reggina dunque è buio pesto. La situazione precipita, per Foti che ha sentito echeggiare nuovamente i cori contro di lui dei tifosi, il momento si è fatto davvero difficile. Al termine della gara, la tifoseria ha stazionato davanti l'uscita dello stadio intonando cori ancora più pesanti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?