Salta al contenuto principale

Scalea, rissa tra italiani e pakistani
cinque persone in manette

Basilicata

I due italiani per sottrarsi all’aggressione da parte dei tre immigrati, hanno sparato dei colpi di pistola a salve in aria perdendo l’arma sul luogo

Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

Cinque persone, due italiani e tre ambulanti pakistani, sono stati arrestati dai carabinieri a Scalea, sul tirreno Cosentino, con l’accusa di rissa e lesioni personali. Gli arrestati sono i fratelli Angelo, con precedenti di polizia, e Marco Ferrante, di 31 e 27 anni, e Maksood Mehmood, (25), Anwaar Ahmed (28) e Muhamad Hussain Muhamnad Andir (33). La rissa che ha coinvolto i due italiani e i tre ambulanti pakiistani è scoppiata per cause che sono in corso di accertamento, probabilmente in conseguenza di un’aggressione avvenuta la serata precedente in cui due cittadini pakistani avevano avuto la peggio. I due italiani per sottrarsi all’aggressione da parte dei tre immigrati che probabilmente intendevano vendicarsi per l’episodio della sera prima, hanno sparato dei colpi di pistola a salve in aria perdendo l’arma sul luogo. A conclusione della rissa i tre stranieri sono rimasti alla fine sanguinanti a terra per i pugni e i fendenti di bottiglie di vetro rotte e coltelli ricevute. Trasportati nell’ospedale di Praia a Mare sono stati curati e poi arrestati. I due italiani sono stati successivamente rintracciati e arrestati nella loro abitazione.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?