Salta al contenuto principale

Estate, i potentini ritoccano il look di casa

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 32 secondi

Con l’arrivo dell’estate anche il look della casa ha bisogno di qualche ritocco. Tra le famiglie potentine è una tradizione programmare nel periodo estivo lavori di ristrutturazione interna, magari per rifare un bagno, la pavimentazione, pitturare la stanza dei ragazzi. Un giro d’affari, salutato positivamente perché rappresenta una boccata di ossigeno nell’economia cittadina, che specie nel comparto degli arredi continua a segnare, dall’inizio dell’anno, una battuta d’arresto. Un business che, tra lavori ed arredi, in una sola stagione, può raggiungere, solo nel capoluogo di regione, tra il milione e il milione e mezzo di euro, con una media di 10-12 mila euro a nucleo familiare. E dopo i lavori è d’obbligo un salto in negozi specializzati e show room per la scelta di soluzioni d’arredo che soprattutto d’estate offrono qualcosa di più. Un buon servizio di consulenza è tanto più necessario innanzitutto per mettersi al riparo da situazioni di lavori eseguiti male per l’intervento di ditte improvvisate, piastrellisti alle prime armi, imbianchini decisamente poco professionali, come per la scelta dell’arredo più adatto ad ogni portafoglio. Associazioni di consumatori e studi legali confermano che in ogni autunno, a conclusione della stagione preferita per il “nuovo look casa”, le controversie sono sempre in numero crescente. Per questo sono fondamentali i servizi che consentono al cliente di essere guidato in tutte le fasi dalla progettazione sino al pagamento. E chi ha un’esperienza specifica e già consolidata da tempo - Peppino Gruosso, co-titolare di Artigian Arredo di Potenza - insiste nel consigliare il servizio di consulenza che – dice - può iniziare fin dalle prime fasi della progettazione degli ambienti di casa affinchè l’arredo non sia un semplice riempimento di spazi predisposti ma diventi parte integrante di un unico progetto abitativo. Uno staff di professionisti del settore devono essere sempre – aggiunge – elemento di garanzia di un progetto attento alle esigenze di chi vive la casa. E allora con l’estate perché non cogliere l’opportunità di portare una ventata di freschezza nella vita di tutti i giorni?. Per riuscirci – è il consiglio di Gruosso - basterà aggiungere qualche tocco di allegria all’arredamento di casa, e il gioco è fatto. I mobili dai toni scuri e cupi sono perfetti per le atmosfere invernali; chi invece desidera portare in casa un po’ di primavera o di estate può scegliere colori più chiari, leggeri e ariosi. Ci sono colori che più di altri ci ricordano l’estate. E sono il giallo del sole, l’azzurro del mare e del cielo e il verde dei prati. Una predominanza di questi colori alle pareti, sui divani, nei quadri e ai piedi darà sempre una sensazione di fresca e spensierata leggerezza. E non serve ridipingere completamente casa: a volte bastano piccoli dettagli su uno sfondo chiaro da riprendere qua e là nella casa, per ottenere un risultato sorprendente. Come un vaso di fiori, la cornice di una fotografia, un tappeto, un cuscino, le tovagliette della colazione. Se non potete cambiare colore al sofà né cambiare le fodere del rivestimento – il consiglio dell’arredatore - potete optare per un copri divano o un lenzuolo fresco e colorato. Se invece il vostro divano è già di colore chiaro, tanto meglio: per l’atmosfera estiva potete decorarlo con cuscini colorati, se volete rientrare nella formalità e nell’eleganza andranno benissimo dei cuscini scuri: il gioco è fatto! Anche la scelta dei tendaggi è essenziale se si vuole che in casa entri la fresca brezza delle sere d’estate o la luce brillante del sole. Per questo bisogna evitare tendaggi troppo pesanti e optare invece per tende leggere e il più possibile trasparenti, ad esempio quelle in garza o voile. Un’ottima soluzione sono anche le veneziane, che permettono di regolare il passaggio di aria e di luce e regaleranno un’immediata sensazione di estate a qualsiasi finestra. “Dalla conchiglia si può capire il mollusco, dalla casa l’inquilino”: è il celebre motto di Victor Hugo che è anche una pillola di filosofia dei professionisti dell’arredo, per le soluzioni più personalizzate, per realizzare, anche attraverso uno specifico laboratorio di artigiani, arredi su misura di qualsiasi genere e stile. E a volte basta anche una poltrona-amaca, originale e davvero rilassante, per sentirsi in vacanza a casa propria.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?