Salta al contenuto principale

Rende, baby gang violenta le prostitute
e ruba soldi e computer

Basilicata

Denunciati tre minori, si cercano i complici. Cliente minacciato col coltello. Raid di un gruppo di cinque ragazzi in una casa a luci rosse di Rende

Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

Una baby gang, composta da minori che fingendosi clienti, sono entrati in una casa a luci rosse di Rende, ed hanno abusato delle due prostitute, le hanno rapinate e hanno tenuto in ostaggio e derubato un cliente. La baby gang composta da cinque ragazzi tra i sedici e i diciassette anni, ha messo in atto un vero e proprio raid a sfondo sessuale e, visto che erano già lì, per racimolare un po’ di soldi hanno rubato denaro e computer. Sull’episodio indagano i carabinieri della Compagnia di Rende, guidati dal capitano Adolfo Angelosanto, che hanno raccolto la denuncia delle due prostitute e dell’uomo rapinato all’interno dell’appartamento. I militari dell’Arma hanno avviato subito le indagini e hanno già rintracciato e denunciato tre del gruppo dei giovanissimi delinquenti e ora si cercano gli altri complici. I tre, ragazzi tra i sedici e i diciassette anni, tutti di Cosenza, non hanno dichiarato nulla al riguardo delle altre due persone.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?