Salta al contenuto principale

Calcio. Cosenza, deliberato l’aumento
di capitale sociale fino a 1mln di euro

Basilicata

Ora bisogna attendere che nuovi e vecchi soci sottoscrivano le quote della società. La città e i tifosi con il fiato sospeso

Tempo di lettura: 
1 minuto 39 secondi

Dopo il rinvio per un vizio di forma e l’assenza di alcuni soci, tra i quali De Rose e Salerno, ieri pomeriggio è stata convocata l’assemblea dei soci, dal notaio Linda Lanzillotti per il ripianamento delle perdite e la delibera di aumento del capitale sociale. Nella notte di ieri e nella mattinata sono avvenute febbrili consultazioni con l’amministratore unico Eugenio Funari che ha cercando di trovare delle vie d’uscite. Salerno e Iannucci hanno mandato la rinuncia via fax, De Rose l’ha consegnata intorno alle 20, tramite un suo dipendente, allo svincolo autostradale raggiunto da Andrea Gervasi e da Valerio Caparelli. Poi l’atto finale. «Il Cosenza 1914 comunica che presso lo studio del notaio Stefania Lanzillotti, alla presenza anche del notaio Pia Bisogno e del collegio sindacale della società rossoblù, si è tenuta l’assemblea straordinaria dei soci, adeguatamente riconvocata con urgenza dall’amministratore unico, Eugenio Funari. Sorpassate le sopravvenute difficoltà tecniche e preso atto delle nette posizioni in atto all’interno della compagine societaria, l’assemblea si è così determinata: i componenti della società Cosenza Calcio hanno ricapitalizzato le casse sociali dopo aver azzerato tutto il capitale sociale preesistente, atto necessario per la totale copertura delle perdite dell’esercizio precedente e di quelle maturate in corso di esercizio. La delibera assembleare prevede anche che possono essere accolte immediatamente delle sottoscrizioni sia dai vecchi che da eventuali nuovi soci, fino ad un massimo di un milione di euro».
«Oggi - continua la nota - il Cosenza Calcio 1914, ripulito delle problematiche societarie che avevano impantanato la vita sociale, può finalmente riprendere la strada del suo rilancio societario con la sottoscrizione dell’aumento del capitale sociale da parte dei vecchi soci, che già da tempo si erano impegnati in tal senso, e attraverso l’ingresso di eventuali nuovi soci, di cui si ha già una precisa indicazione, seri professionisti e qualificati imprenditori che da più tempo hanno dimostrato il loro interesse per la salvezza della società e per un forte rilancio della stessa».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?