Salta al contenuto principale

'Ndrangheta, indagati gli avvocati di Luciano
Lo Giudice per favoreggiamento

Basilicata

Due avvocati, Lorenzo Gatto e Giovanni Pellicanò, sono indagati dalla Procura di Reggio Calabria per favoreggiamento della cosca Lo Giudice.

Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

Avrebbero favorito il clan Lo Giudice, gli avvocati Lorenzo Gatto e Giovanni Pellicanò, ora indagati dalla Procura di Reggio Calabria. Gli agenti della squadra mobile di Reggio Calabria stanno effettuando perquisizioni nelle abitazioni e negli studi professionali dei due legali. I due avvocati sono indagati nella qualità di legali di Luciano Lo Giudice.
Le accuse contro i due legali sono emerse da numerosi atti d’indagine compiuti dalla squadra mobile e dalle dichiarazioni rese dal collaboratore di giustizia Antonino Lo Giudice, fratello di Luciano. Alle perquisizioni partecipa anche il procuratore aggiunto della Dda di Reggio Calabria, Michele Prestipino.
Per i due legali anche un’ordinanza cautelare di interdizione temporanea dalla professione. I due avvocati sono ritenuti responsabili di avere portato fuori dal carcere dove Luciano Lo Giudice è detenuto, messaggi e lettere del boss destinati a familiari e presunti affiliati alla cosca. Al riguardo, gli investigatori della squadra mobile avrebbero accertato una serie di episodi che avrebbero visto coinvolti i due avvocati.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?