Salta al contenuto principale

Claps, concesso il rito abbreviato
per Danilo Restivo.

Basilicata

La Diocesi di Potenza potrebbe costituirsi parte civile nel processo per l'omicidio di Elisa Claps che vede come unico imputato Danilo Restivo.
«L’ennesima mancanza di rispetto» ha commentato Gildo C

Tempo di lettura: 
1 minuto 17 secondi

Il gup Elisabetta Boccassini ha accolto la richiesta di rito abbreviato per Danilo Restivo, imputato per l’omicidio di Elisa Claps.

La richiesta è stata presentata nel corso dell'udienza preliminare, svoltasi al tribunale di Salerno, dall'avvocato del 39enne potentino, Mario Marinelli.
«Danilo Restivo è tranquillo come può esserlo una persona sotto processo» aveva dichiarato Marinelli prima di entrare in aula.

In aula erano presenti i pm della Procura di Salerno che hanno seguito l'inchiesta, Rosa Volpe e Luigi D’Alessio, la mamma e i fratelli di Elisa con il loro legale Giuliana Scarpetta e i legali di di Restivo, Stefania e Mario Marinelli, che afferma: «Ora che Danilo sarà giudicato con il rito abbreviato si potrà fare chiarezza in questa vicenda che presenta aspetti poco trasparenti».

FAMIGLIA CLAPS SODDISFATTA - La famiglia Claps si dice soddisfatta per il rito abbreviato con il quale sarà giudicato Restivo. «E' una richiesta che ci aspettavamo», ha detto il legale dei Claps, Giuliana Scarpetta.
«Risparmierà un dibattimento lunghissimo - ha aggiunto Gildo Claps, fratello di Elisa - la richiesta di rito abbreviato ci fa pensare che la difesa non ha tanti argomenti a suo favore».

LA DIOCESI PARTE CIVILE - Ha preso parte all'udienza anche il noto legale Donatello Cimadomo il quale ha reso noto che la Diocesi di Potenza, nella persona dell’arcivescovo mons. Agostino Superbo, sta valutando di costituirsi parte civile nel processo. «E' grottesco, siamo al paradosso – ha commentato Gildo Claps – è una decisione che fa rabbia, l’ennesima mancanza di rispetto»

L’udienza è stata fissata per l'8-10 novembre prossimi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?