Salta al contenuto principale

Calcio. Cosenza, ancora nessun
segnale per il club

Basilicata

Situazione grottesca intorno al calcio cosentino nell’ultima settimana utile per l’iscrizione. Oggi, sit-in dei tifosi al Comune alle 19

Tempo di lettura: 
1 minuto 5 secondi

Oggi pomeriggio alle ore 19 i tifosi rossoblù hanno annunciato un sit-in sotto Palazzo dei Bruzi per sollecitare tutti e tutti, compreso il Consiglio Comunale a prendere la situazione in mano prima che sia troppo tardi.
I volenterosi che sono rimasti ancora interessati al Cosenza e che sono lo zoccolo duro con Aristide Leonetti che rappresenta l’entourage di Stefano Fiore, Pino Citrigno, e gli altri con De Caro e Carnevale (in foto), qualora ci fosse una scossa improvvisa, sarebbero ancora in procinto di interessarsi al club e potrebbero rimettersi in moto. L’ex presidente Giuseppe Carnevale, uno che nel corso degli ultimi due anni si è sacrifcato in maniera forte e continua per il club, anche ieri si è detto pronto a muoversi, anche se ha fatto intendere «io e De Caro siamo stati lasciati soli. Se ci fosse un segnale di buona volontà allora le cose cambierebbero. Lasciare morire questa squadra per poche centinaia di migliaia di euro mi sembra una follia, ma sono perplesso per il silenzio delle istituzioni». Il Cosenza ha ancora una settimana per fare qualcosa e tentare una iscrizione per il rotto della cuffia, se così non fosse una certezza esiste: qualora si tentasse di ripartire, bisognerà certamente farlo da gente seria e professionale che ama il Cosenza e con una tradizione rossoblù alle spalle.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?