Salta al contenuto principale

Nocera Terinese, operai occupano il depuratore
uno di loro ha avuto un malore

Basilicata

Uno dei cinque operai della Sida srl che dal primo luglio occupano il depuratore di Nocera Terinese per protestare contro il loro licenziamento ha avvertito un malore ed è stato ricoverato in ospedale

Tempo di lettura: 
1 minuto 3 secondi

Dal primo luglio, cinque operai della Sida Srl occupano il depuratore di Nocera Terinese (Cz) per protestare contro il licenziamento. Oggi uno di loro è stato ricoverato in ospedale a causa di un malore ed il presidente del circolo del Pd di Nocera Terinese, Antonio Albi, ha dichiarato in merito alla vicenda che: «Il malore dell’operaio – sostiene Albi – mette drammaticamente a nudo una politica basata sulla incertezza di un servizio importante come la depurazione delle acque, che notoriamente si vorrebbe 'risolvere' nel mese di agosto, quando poi la stagione turistica è alle nostre spalle. Non si possono certo mettere a repentaglio le vite delle persone sia per l’incolumità fisica che per gli aspetti di prospettiva e familiare. Esprimiamo la nostra vicinanza all’operaio ricoverato a causa di un malore e la solidarietà agli altri lavoratori che per difendere il posto di lavoro stanno occupando l’impianto di Nocera Terinese, che serve alcuni comuni della fascia tirrenica tra Falerna e Amantea. Ma esprimiamo anche una ferma condanna di una politica improvvisata e superficiale, unica responsabile del disastro che appare sotto i nostri occhi ogni estate, e che periodicamente fa scattare una emergenza forzata, quando un servizio corretto richiederebbe una programmazione ed un monitoraggio continuo che nel periodo estivo dovrebbero dare i risultati di gestione».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?