Salta al contenuto principale

Appalti: 14 comuni del Cosentino firmano
intesa contro le infiltrazioni mafiose

Basilicata

Soddisfatto il Prefetto di Cosenza, Raffaele Cannizzaro, che annuncia che presto ancora altri comuni firmeranno il protocollo

Tempo di lettura: 
0 minuti 49 secondi

La Provincia di Cosenza e 23 comuni aderirono ad aprile, oggi altri 14 comuni del cosentino hanno firmato, in Prefettura, l’adesione al «Protocollo d’Intesa per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nel settore degli appalti e concessioni di lavori pubblici».
Tra di loro, comuni abbastanza popolosi, come Amantea e San Marco Argentano. Soddisfatto il Prefetto, Raffaele Cannizzaro (in foto), che ha sostenuto fortemente l'iniziativa e che annuncia che presto ancora altri comuni firmeranno il protocollo. «E' uno strumento che va aldilà di quanto la legge prevede nella sua generalità per poter attestare dei presidi di sicurezza nelle aree o nei campi di maggiore sensibilità - ha detto Cannizzaro. - Il Protocollo prevede un abbassamento delle soglie di tipo economico per la sottoposizione ai controlli di tipo antimafia e prevede la sottoposizione al controllo antimafia, in corso d’opera, per tutta una serie di lavori ritenuti sensibili, come lo sterro, il nolo, lo scavo, il trasporto dei rifiuti», ha concluso il Prefetto.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?