Salta al contenuto principale

Chi ha gli scheletri nell'armadio?

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 52 secondi

di PARIDE LEPORACE
279633L'intervista al Quotidiano del senatore Felice Belisario non può essere rubricata come semplice uscita pubblica del teatrino della politica. Per ben due volte il capogruppo a Palazzo Madama del partito di Antonio Di Pietro ha ripetuto che lui non ha “scheletri nell'armadio” e può parlare. Il messaggio a noi che l'abbiamo raccolto è apparso molto chiaro nei confronti degli alleati: conosco bene le vostre pecche, non continuate con la pulizia etnica nei nostri confronti perché può finir male. A questo punto vorremmo capire. Salvatore Santoro ieri ha trovato molte difficoltà a trascrivere delle reazioni in casa del Pd da virgolettare e attribuire a qualche autorevole esponente del partito di Bersani. Ai tempi della prima repubblica ogni politico degno di questo nome aveva il segretario di una sezione cui veniva dato incarico di replicare all'antagonista bellicoso. Era un modo retorico per dire: “Caro senatore non ti degno di una risposta, esprime il nostro pensiero il segretario della sezione di Vattellapesca”. Un'intervista come quella di Belisario in altre regioni avrebbe già provocato una crisi di Giunta. La Basilicata è un'anomalia. Forse anche positiva. Meglio far finta di niente. La tempesta passerà. Belisario si calmerà, le vacanze sono ormai vicine, ma a noi che per mestiere ci occupiamo dei fatti degli altri la vicenda desta curiosità. In Basilicata qualcuno nasconde scheletri nell'armadio? La domanda risulta pessima nella regione che ha visto ingiustamente deturpare la sua immagine per aver trovato dopo 17 anni lo scheletro di una ragazza innocente nel sottotetto di una chiesa del centro di Potenza. E allora di chi sono questi scheletri? Belisario come Berlinguer afferma che esiste una questione morale in Basilicata. Politica e affari sarebbero contigui. La vigilanza etica di Idv indigesta e repressa. Forse il senatore Belisario ha il dovere di farci capire meglio considerata l'impostazione culturale della sua parte politica. Forse il centrosinistra al suo vasto elettorato deve delle spiegazioni. Forse la destra qualche domanda deve farla, non fosse altro per non farsi scambiare per complice di chi governa. Lotta di potere senza quartiere o nefandezze nascoste sotto i tappeti? O addirittura scheletri nascosti negli armadi di via Anzio? Il sistema degli scheletri nell'armadio ci dice che anche la Basilicata si è omologata all'Italia metropolitana, è questa per i lucani non è una bella notizia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?