Salta al contenuto principale

Condofuri, poliziotti salvano
un romeno dall'annegamento

Basilicata

L’uomo, C.G., di 30 anni, dopo le prime cure prestategli dagli operatori della Polizia di Stato è stato ricoverato in prognosi riservata nel reparto di rianimazione del Policlinico Universitario di Me

Tempo di lettura: 
0 minuti 52 secondi

Gli agenti della Polizia di Stato in servizio al Commissariato di Condofuri ed al compartimento Polizia delle Telecomunicazioni di Reggio Calabria, liberi dal servizio, hanno salvato un cittadino rumeno che stava annegando a circa 25 metri dalla spiaggia di Condofuri. L’attenzione degli agenti è stata attirata dalle richieste di aiuto di alcuni ragazzi accortisi delle gravi difficoltà di un uomo che si stava già inabissando.
Immediatamente, ravvisato il grave pericolo di vita del malcapitato, i poliziotti si sono tuffati in mare raggiungendo la persona in difficoltà che si era inabissata per alcuni metri, riuscendo a riportarlo a galla. Dopo aver riportato a riva l’uomo, i due operatori, notata la grave situazione, gli hanno praticato le prime cure del caso, adagiandolo in posizione di sicurezza sanitaria, al fine di fargli espellere l’acqua contenuta nei polmoni ed in attesa dell’intervento del personale medico del 118. L’uomo, C.G., di 30 anni, dopo le prime cure prestategli dagli operatori della Polizia di Stato è stato ricoverato in prognosi riservata nel reparto di rianimazione del Policlinico Universitario di Messina.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?