Salta al contenuto principale

Mare, la Regione attiva il servizio
pulizia acque marine superficiali

Basilicata

La Regione ha attivato il servizio di pulizia delle acque marine superficiali attraverso 14 speciali battelli che percorreranno la costa

Tempo di lettura: 
1 minuto 36 secondi

Nell'ambito del piano operativo di interventi previsti per il 2011, finalizzato all’individuazione di azioni prioritarie e necessarie al miglioramento dello stato delle acque marine della costa calabrese, il Dipartimento Ambiente della Regione Calabria, per l'attuale stagione balneare, ha attivato un particolare servizio di pulizia delle acque marine superficiali.
Grazie all’impiego di 14 speciali battelli, che percorreranno ogni giorno i tratti di mare alternativamente a nord e a sud dei porti di ormeggio, si garantirà la pulizia di tutto il litorale calabrese, offrendo un ulteriore e concreta risposta per migliorare la qualità della balneabilità.
La presenza di rifiuti, anche presumibilmente provenienti da altre regioni e trasportate dalle correnti, le forti mareggiate verificatesi nel periodo invernale, il consistente traffico di imbarcazioni che scaricano acque di sentina e rifiuti, rendono ogni anno necessario, con l'approssimarsi della stagione balneare, un intervento di pulizia superficiale delle acque marine anche per renderle più fruibili da parte dei turisti.
A tal fine nel giugno 2011 il Dipartimento Ambiente della Regione ha emanato il bando di gara, per un importo totale del servizio pari a 875.000,00, e giunto in fase operativa. La durata prevista di tale intervento è di 60 giorni e viene realizzato con l’utilizzo di appositi natanti attrezzati alla raccolta in mare delle varie tipologie di rifiuti, provvedendo al trasporto del materiale raccolto per lo smaltimento e/o recupero, nel rispetto della normativa vigente. Il lavoro di pulizia a mare assicura l’individuazione di rifiuti solidi e liquidi, la raccolta meccanica dei rifiuti solidi galleggianti ed il loro stivaggio a bordo, in appositi contenitori, la raccolta di idrocarburi, oli ed grassi nonchè il recupero di mucillagini generalmente costituite da sostanze grasse e schiumose che si presentano senza fenomeni di preavviso lungo le acque marine superficiali. I battelli ormeggeranno nei seguenti porti calabresi: S. Nicola Arcella, Cetraro, S.Lucido, Amantea,, Vibo Valentia, Bagnara Calabra o Palmi, Reggio Calabria, Roccella Jonica, Soverato o Badolato, Catanzaro Lido, Crotone, Cirò Marina, Corigliano Calabro, Sibari o Trebisacce.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?