Salta al contenuto principale

Carceri, a Rossano gli agenti attuano
lo sciopero della fame

Basilicata

Fino ad oggi, gli agenti, hanno rifiutato i pasti e si sono autoreclusi nel penitenziario a fine turno; ora hanno iniziato lo sciopero della fame

Tempo di lettura: 
0 minuti 31 secondi

Hanno prima rifiutato i pasti, poi sono autoreclusi nel penitenziario a fine turno, e adesso hanno iniziato anche lo sciopero della fame. Gli agenti della polizia penitenziaria di Rossano, in servizio nell’istituto penitenziario, mettono in evidenza che, a distanza di un mese dall’avvio delle iniziative mirate a sensibilizzare sulla loro situazione, non hanno ottenuto alcuna certezza sulle richieste di ampliamento della pianta organica, sull' integrazione dell’organico per la gestione dei terroristi e sulla liquidazione degli arretrati degli straordinari e delle missioni. Da una settimana una decina di agenti in servizio nel carcere non tornano nelle proprie famiglie dopo l’orario di lavoro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?