Salta al contenuto principale

Serie B. Reggina,oggi riprendono le doppie sedute
su Rizzato c’è il Chievo

Basilicata

Attaccanti: uno tra Ceravolo e Sy potrebbe partire. La Sampdoria aveva già chiesto Missiroli e Costa. Intanto inizia una settimana importante per gli amaranto

Tempo di lettura: 
2 minuti 3 secondi

La Reggina torna a lavorare sia in campo che sul mercato. La preparazione della squadra infatti, entra nel vivo, in vista delle amichevoli più probanti della stagione, potrebbe esserlo anche per le operazioni in uscita della società, preludio ai prossimi nuovi acquisti. Il Chievo si è fatto avanti per Simone Rizzato, esterno sinistro della Reggina che, inaspettatamente, è il giocatore più richiesto. Di Carlo, allenatore della squadra clivense, lo vede molto bene per il suo modulo, il 3-5-2, che nel ruolo di spola a sinistra, Rizzato sa interpretare molto bene. E’ stato la vera rivelazione dello scorso campionato in serie B, ma in A può fare la sua parte e la Reggina non intende svendere il giocatore. La Sampdoria che lo sta corteggiando da diverse settimane, ha capito di poter perdere questa pedina importante e proprio ieri, sollecitata da mister Atzori che conosce bene il giocatore per averlo rivalutato proprio l’anno scorso nella sua squadra, è andata in pressing sul presidente Foti per Rizzato. La società ligure che sembrava interessata principalmente a Missiroli, adesso preme per Rizzato e anche Costa, visto che al centro della sua difesa deve colmare un vuoto grande così. Non sarà semplice fare la spesa alla bottega della Reggina, ogni giocatore ha il suo bel valore e per la Samp che ha già speso tanto, non sarà una passeggiata mettere in casa questi tre elementi fondamentali.
L’avere individuato l’esterno destro Sosa che ha giocato nel Taranto, come sostituto di Adejo, significa che ci sono dei pretendenti per il difensore di colore cresciuto a sua volta nel vivaio amaranto. Udinese, Palermo e Parma nell’ordine, si sono interessate a lui fornendo anche materiale di scambio, ma la Reggina attende un’offerta adeguata al valore del giocatore. Per quanto riguarda l’attacco, dopo la cessione di Zizzari e con Ragusa fermo ai box, la Reggina deve andare con i piedi di piombo circa la cessione di Sy e Ceravolo. Uno dei due sarà la scelta di Breda come titolare di partenza al posto di Ragusa, finchè l’ex granata non sarà disponibile. L’altro potrebbe essere la valida riserva, ma la Reggina ha anche nella rosa Sarno e pertanto, uno tra Ceravolo e Sy, potrebbe essere ceduto. Col 4-3-3 di Breda, occorre una maggiore disponibili di uomini offensivi e i prossimi giorni saranno decisivi anche sul numero degli elementi d'attacco da tenere in rosa. Oggi intanto riprendono le doppie sedute giornaliere della Reggina, fino al prossimo 30 luglio.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?