Salta al contenuto principale

Reggio, tre boa a guardia della droga
Due persone in manette

Basilicata

I finanzieri scoprono un panetto di hashish nascosto all’interno di un sacco di iuta contenente 3 serpenti di razza boa constrictor imperator e elaphe taeniura

Tempo di lettura: 
1 minuto 10 secondi

La Guardia di Finanza di Reggio Calabria, a seguito di un'operazione ha sequestrato mezzo chilogrammo di hashish ed ha arrestato due persone provenienti da Milano e da Venezia.
A finire in manette sono stati C.D.M , di 43 anni, e A.C. di 23. In particolare quest’ultimo, partito da Venezia con un treno diretto in Sicilia, giunto nei pressi della stazione ferroviaria di Villa San Giovanni, è stato fermato dalle Fiamme Gialle reggine che, grazie al fiuto dei cani antidroga Pessy e Urna, hanno scoperto un panetto di hashish abilmente nascosto all’interno di un sacco di iuta contenente 3 serpenti di razza boa constrictor imperator e elaphe taeniura.
I rettili, che immediatamente hanno attirato l'attenzione dei Finanzieri, avevano il compito, in caso di controllo, di intimorire le forze di polizia per farle desistere dall’apertura dei bagagli. A seguito di tale rinvenimento, A.C. è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria per l'inosservanza delle prescrizioni previste dalla Legge e finalizzate all’incolumità degli esemplari di tali razze di serpenti in quanto i rettili erano trasportati in un sacco di stoffa che, in considerazione anche delle elevate temperature, non garantiva le minimali condizioni di vivibilità. Gli animali sono stati successivamente sequestrati dal personale della Guardia di Finanza e con la collaborazione degli agenti del Corpo Forestale dello Stato si è provveduto all’affidamento in custodia ad un veterinario specializzato nella cura dei rettili.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?