Salta al contenuto principale

La Provincia di Catanzaro si aggiudica
il Premio "La Città per il Verde"

Basilicata

La giuria del premio «La Città per il Verde» ha conferito all’unanimità il primo posto per la categoria province italiane alla Provincia di Catanzaro

Tempo di lettura: 
2 minuti 31 secondi

La cerimonia di premiazione avrà luogo il prossimo 15 settembre presso i saloni della Fiera di Padova, quando saranno conferiti all’Ente di Palazzo di Vetro la targa di riconoscimento ed il logo dell’iniziativa che potrà essere utilizzato nelle campagne di comunicazione e sui documenti ufficiali.
Il premio "La Città per il Verde", giunto alla dodicesima edizione, ha ormai raggiunto una forte diffusione sul territorio nazionale conferendo prestigiosi riconoscimenti alle amministrazioni pubbliche che hanno investito in modo eccellente il proprio impegno e le proprie risorse a favore del verde pubblico in conformità ai dettami della Convenzione Europea del Paesaggio.
In particolare tale risultato è attribuito alle Province ed ai Comuni italiani che si sono particolarmente distinti per realizzazioni o metodi di gestione innovativi finalizzati all’incremento del patrimonio verde pubblico. Sono premiati inoltre gli enti che, attraverso programmi mirati e in maniera esemplare, hanno migliorato le condizioni ambientali del proprio territorio. L’edizione 2011 ha presentato numerose novità, dall’istituzione di ben due importanti Premi speciali, il primo dedicato ai Parchi regionali e il secondo ai Consorzi di gestione dei rifiuti, ad una maggiore attenzione all’aspetto manutentivo collegato alle tipologie di interventi realizzati, ma soprattutto come nuova area tematica, grazie alla quale hanno gareggiato veri e propri programmi di manutenzione del verde. L’iniziativa della casa editrice Il Verde Editoriale ha visto quest’anno numerosi partecipanti anche tra gli enti intermedi, ed oltre al primo posto alla provincia di Catanzaro, ha ricevuto una segnalazione di merito la provincia di Cremona.
Le valutazioni della giuria sono state determinate dal grande impatto che ha avuto sulla città di Catanzaro, così come sul resto della provincia, il Parco della Biodiversità, esteso per circa 60 ettari ed attrezzato con aree per lo sport ed il tempo libero, con tre zone destinate ai giochi, un’arena per gli spettacoli, un centro ippico, il parco internazionale per l’arte contemporanea, il Museo Storico Militare, l’oasi naturalistica, il centro di recupero animali selvatici, le aree destinate agli scoiattoli ed a specie rare di volatili, il trenino, le aree ristoro, i percorsi per il footing e tante altre particolarità che rendono il parco di Catanzaro tra i più attrezzati d’Europa.
Il presidente Wanda Ferro è visibilmente soddisfatta per il traguardo raggiunto, traguardo che intende condividere con il sindaco Michele Traversa «che del Parco è stato l’ideatore ed è oggi presidente onorario. Un’eccellenza che dobbiamo amare e difendere – aggiunge la Ferro – mentre altre iniziative nella stessa direzione le stiamo avviando nella città di Lamezia dove andremo a realizzare nei prossimi anni il secondo parco urbano provinciale. Il nostro impegno a favore dell’ambiente è reale e non è soltanto di facciata, quindi ricevere un premio tanto ambito ci inorgoglisce e ci invita a proseguire su questa strada. Il Parco della Biodiversità ha senza dubbio migliorato la qualità della vita dei cittadini catanzaresi e dei tanti visitatori che da ogni angolo della regione arrivano per trascorrere qualche ora in serenità ed allegria tra il verde e le tante attrattive che anno dopo anno ne arricchiscono le potenzialità».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?