Salta al contenuto principale

Abusivismo commerciale, sequestri
e denunce nel Vibonese

Basilicata

In diverse operazioni la Guardia di Finanza ha elevato sanzioni e denunciato alcuni soggetti

Tempo di lettura: 
1 minuto 4 secondi

La Compagnia della Guardia di Finanza di Vibo Valentia, nell'ambito dell'attività finalizzata alla prevenzione ed alla repressione degli illeciti tributari in materia di sommerso d’azienda, nonchè alla corretta applicazione della disciplina igienica della produzione e della vendita delle sostanze alimentari e delle bevande e nel settore inerente la disciplina sul commercio, ha ispezionato un laboratorio di produzione e vendita di prodotti di pasticceria fresca.
Nell'attività commerciale, risultante essere completamente «in nero», è stata accertata la totale mancanza delle autorizzazioni fiscali e tributarie, nonchè di quelle amministrative e sanitarie. Per il locale in cui veniva esercitata l’attività abusiva, ubicato nel Comune di Soriano Calabro (VV), è scattata immediatamente la chiusura ed inoltre sono stati posti sotto sequestro, macchinari e beni strumentali per un valore di circa 30.000 euro e alimenti, ammontanti complessivamente a 62 kg, tenuti in cattivo stato di conservazione e quindi nocivi per la salute. Sono state inoltre contestate violazioni di natura amministrativa ed è stato deferito alla locale Autorità Giudiziaria il titolare dell’attività commerciale condotta abusivamente.
Nel corso di un altro servizio, svolto dai militari della Brigata di Nicotera Marina nei confronti di un ambulante di Gioia Tauro (RC), lungo il litorale della stessa cittadina, sono stati sequestrati altri prodotti alimentari ed attrezzature tramite le quali veniva esercitato il commercio abusivo su aree pubbliche.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?