Salta al contenuto principale

Cetraro, il boss Muto torna in carcere
fermato dai carabinieri senza patente

Basilicata

Era in giro e guidava l'auto senza patente. Il "Re del Pesce" di Cetraro torna in carcere dopo essere stato fermato dai carabinieri di Paola (Cs)

Tempo di lettura: 
0 minuti 38 secondi

I carabinieri di Paola hanno arrestato ieri pomeriggio nella piazzetta di Cetraro (Cs) il boss Franco Muto, detto il «Re del pesce», sottoposto al regime di sorveglianza speciale e costretto a un rigido rispetto della legge.
E gli è bastato guidare senza patente, infrazione normalmente banale, per tornare in carcere.
Ai militari Muto ha cercato di giustificare la sua uscita dicendo che si stava recando in ospedale poichè colpito da un malore. I carabinieri lo hanno accompagnato nel nosocomio per fargli eseguire tutti gli esami del caso, al termine dei quali è stato rinchiuso nel carcere di Paola. Il «Re del pesce» è uno storico mammasantissima della 'ndrangheta calabrese, coinvolto in numerosi processi, molti dei quali pendenti, e presente nei verbali di quasi tutti i collaboratori di giustizia del Cosentino.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?