Salta al contenuto principale

Tropea, ferragosto con "rissa"
Cinque persone arrestate

Basilicata

A Tropea lite tra alcuni automobilisti sedata dai carabinieri. Tre denunciati e cinque arresti. Due i feriti. Oggi il processo per direttissima

Tempo di lettura: 
1 minuto 7 secondi

Una giornata di ferragosto movimentata a Tropea (Vv). Cinque persone sono finite in manette e due sono rimaste ferite. Inoltre è stato denunciato a piede libero un diciassettenne. Arrestati e posti ai domiciliari Vincenzo Serreti, 51 anni di Rosarno, collaboratore scolastico; Francesco Calcagno (32) di Santa Domenica di Ricadi; i fratelli Francesco Lorenzo (50) di Tropea, falegname e Salvatore Lorenzo (44) di Santa Domenica e Domenico Cariddi (43) di Ricadi, cameriere. Hanno dovuto far ricorso alle cure dei sanitari del locale ospedale, Vincenzo Serreti, per la frattura del setto nasale e Francesco Calcagno per un trauma contusivo alla regione occipitale. La prognosi non precisata per nessuno dei due.
Il fatto è accaduto nella notte tra lunedì e martedì nello spiazzo della ex-pescheria. Per motivi da accertare, si sarebbe accesa una discussione tra Serreti e F. C. di 17 anni che sarebbe stato schiaffeggiato più volte dal primo. Schiaffi che il ragazzo non ha mandato giù e così ha chiesto "rinforzi".
La rissa ha provocato scene di panico tra i numerosi turisti che passeggiavano o si trattenevano nei locali del centro. L’intervento dei carabinieri di una vicina postazione mobile riporta la calma e i cinque più il minore vengono accompagnati in caserma e da lì, su decisione del pm Santi Cutroneo, agli arresti in casa, tranne il minore solo denunciato. Oggi udienza di convalida e contestuale direttissima davanti al tribunale monocratico di Vibo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?