Salta al contenuto principale

Calcio. Catanzaro, vietato l'accesso
al pubblico per la gara contro la Vigor

Basilicata

Vivo disappunto per la decisione della Commissione prefettizia è stato espresso dal sindaco, Michele Traversa

Tempo di lettura: 
1 minuto 47 secondi

La Commissione prefettizia di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, riunitasi ieri, non ha dato parere positivo affinchè il derby di Coppa Italia tra Catanzaro e Vigor Lamezia, in programma domani, 21 agosto, allo stadio Ceravolo, si disputi a porte aperte.
A comunicarlo è stato il Comune di Catanzaro. E questo perchè i vigili del fuoco hanno chiesto un «certificato di protezione incendi» che non è possibile emettere in tempi così ristretti, ossia quelli intercorsi tra la fine dei lavori di adeguamento dello stadio e la partita. Tutto questo nonostante l’Ufficio tecnico regionale abbia espresso parere favorevole sui lavori, così come parere favorevole ha espresso l’esperto della commissione di vigilanza sulla sistemazione degli impianti elettrici.
Vivo disappunto per la decisione della Commissione prefettizia è stato espresso dal sindaco, Michele Traversa perchè "si tratta soltanto di un mero cavillo burocratico che, nella circostanza, vanifica gli sforzi fatti dall’Amministrazione comunale per rendere sin da subito agibile il «Ceravolo»".
Tra l’altro, il sindaco ha evidenziato come «la certificazione mancante non sia stata prodotta negli anni passati senza che per questo lo stadio fosse chiuso». Un provvedimento inatteso che, dunque, ha lasciato stupito il sindaco il quale ha anche sottolineato «come il 'Ceravolò risulti oggettivamente molto più sicuro di altre strutture sportive sia di prima che di seconda divisione dove domenica si giocherà». Il sindaco ha anche illustrato, nel dettaglio, l’intera vicenda al prefetto Antonio Reppucci e ha espresso «la speranza che, all’ultimo momento, si possa tornare indietro, consentendo ai tifosi di assistere alla partita». Traversa ha comunque assicurato che «gli uffici comunali sono già al lavoro per far sì che le certificazioni necessarie arrivino prima possibile affinchè tutto sia risolto magari già per la prossima gara di Coppa Italia con la Vibonese o, certamente, per la prima partita casalinga di campionato.
La Prefettura si è detta disponibile a riunire immediatamente la Commissione non appena saranno pronte le attestazioni mancanti. Disponibilità espressa anche dai vigili del fuoco che, una volta ottenuta la documentazione richiesta, daranno subito l’ok all’apertura dello stadio. Intanto stamattina è prevista una nuova riunione in Prefettura per cercare di trovare una soluzione in vista della gara.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?