Salta al contenuto principale

Coppa Italia Tim. Reggina, l’ex amaranto si vendica

Basilicata

Il gol di Di Gennaro al 38’ della ripresa sbatte fuori dalla Coppa Italia la Reggina. Per Emerson, esordio e gol, ma non basta perché il Modena vince per due a uno

Tempo di lettura: 
1 minuto 36 secondi

E’ stato proprio un ex reggino ad estromettere gli amaranto dalla corsa in Coppa Italia. L’anticipo del match di campionato in programma sabato prossimo a campo invertito è stato deciso da Davide Di Gennaro; il trequartista, infatti, segna un gol magnifico, dopo un doppio dribbling e il colpo sotto dal limite che porta il Modena al 4° turno. Breda perde all’ultimo momento Cosenza e lancia nella mischia Marino, portando Emerson al centro del pacchetto arretrato; davanti Missiroli, ma soprattutto Campagnacci operano in una posizione ibrida, dividendosi il compito di spalla a Bonazzoli e di collante col centrocampo. Neanche il tempo di sedersi che il Modena è già in vantaggio con una decisione dubbia dell’arbitro Giannoccaro, non tanto per il rigore che concede per l’atterramento di Fabinho da parte di Kovacsik, ma per la mancata espulsione del portiere, graziato col giallo. Greco si fa respingere il penalty, ma è il più lesto a ribattere in rete. L’equilibrio non è comunque interrotto anche perché la Reggina entra nella spirale della sfortuna visto che già al 20’ sono ben 4 i pali colpiti dagli amaranto.
Il pareggio per i ragazzi di Breda arriva grazie ad Emerson. Il brasiliano posiziona la palla al limite dell’area e, di sinistro, aggira la barriera e firma il pari. Raggiunto l’obiettivo la Reggina non smette comunque di mantenere in mano le redini del match anche se, va detto, non arriva a costruire chissà quali occasioni, seppur Campagnacci ci provi con regolarità dalla distanza. Paradossalmente è il Modena, sempre ispirato dall’ex Di Gennaro, ma poco incisivo in contropiede per la scarsa verve nel dribbling di Fabinho, ad avere l’opportunità più importante a metà tempo (30’) quando Perna incorna un angolo e vede la sfera attraversare tutto lo specchio e perdersi sul fondo. Al minuto 38’ è l’ex amaranto De Gennaro a dare il colpo alla Reggine: riceve palla al limite, si libera nello stretto di Emerson e Marino e in pallonetto supera Kovacsik.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?