Salta al contenuto principale

Cetraro, scoperte due piantagioni
di canapa indiana vicino ad un torrente

Basilicata

Negli appezzamenti di terreno sono state trovate complessivamente 387 piante di canapa indiana. Per innaffiarle era stato realizzato un sofisticato sistema di irrigazione a goccia.

Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

Due piantagioni di canapa indiana sono state sequestrate dalla Guardia di finanza di Cetraro nell’ambito di una serie di attività di controllo del territorio. Il rinvenimento è avvenuto in località «Pistuolo» di Cetraro, dove sono state individuate le piantagioni di canapa indiana costituite da ben 387 piante di «Cannabis Indica», mentre le indagini proseguono per identificare gli ignoti coltivatori. Questo ennesimo sequestro, è stato ottenuto dopo una caparbia attività di ricerca che i finanzieri hanno portato a termine in una zona quasi inaccessibile e di difficile individuazione anche perchè gli ignoti coltivatori, temendo l’impiego dell’elicottero, avevano ricavato due distinti terrazzamenti di quasi 500 mq posti a ridosso di un torrente, semicoperti da alberi di grosse dimensioni ed attrezzati con apposito impianto di irrigazione «a pioggia». Le piante sequestrate erano state «accudite da mani esperte» ed avevano raggiunto l’altezza di oltre 3 metri. Le stesse erano pronte per essere estirpate ed immesse sul mercato ed avrebbero fruttato agli spacciatori ingenti guadagni quantificabili in circa 300.000 euro. (

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?