Salta al contenuto principale

Emergenza incendi nel Cosentino, paura
a Plataci e Castrolibero

Basilicata

Sgomberate sei palazzine. Il fuoco vicino al metanodotto e all’ex aula bunker. Un incendio ha interessato la zona del lungo fiume fino a via Puccini

Tempo di lettura: 
1 minuto 57 secondi

Una giornata di fuoco per quella di ieri per la provincia di Cosenza interessata da oltre cento gli incendi, dallo Jonio al Tirreno, passando per il Pollino e l’area urbana. I roghi principali, per la vicinanza alle abitazioni, sono stati registrati a Plataci (un incendio divampato tre giorni fa), sul Pollino, a Rose, a San Benedetto Ullano e a Castrolibero, alle porte di Cosenza. Tutti roghi di grosse dimensioni e che hanno messo a rischio l’incolumità pubblica.
Incessante il lavoro per i vigili del fuoco supportato dai canadair, dagli elicotteri, e persino dalle squadre di volontari e della Protezione Civile

A PLATACI
Al terzo giorno di rogo sul territorio di Plataci l’opera di spegnimento ha visto impegnati quattro Canadair, due Fireboss, due elicotteri della Protezione civile e un elicottero Ericksoon della Forestale, i Vigili del Fuoco del distaccamento di Castrovillari, le squadre Aib (antincendio boschivo) dell’Afor di Villapiana, Roseto Capo Spulico, San Lorenzo Bellizzi e Acri. Ieri le fiamme sono giunte quasi a ridosso delle case e hanno provocato un vero e proprio panico tra gli abitanti. Molte le aziende agricole danneggiate, con l’evacuazione di alcune famiglie. Ma le fiamme hanno interessato anche il Parco del Pollino, sempre in territorio di Plataci. Un primo dato parla di oltre duecento ettari di superficie bruciata, in un territorio ricco di vegetazione e fauna selvatica.

A CASTROLIBERO
Un incendio di vaste dimensioni, sospinto da un vento caldo, ieri pomeriggio ha interessato la zona tra il Polo scolastico e via Puccini, ma anche il lungo fiume, e la sponda cosentina, con l’ex bocciodromo e il metanodotto. Sei palazzine sono state fatte evacuare dalle forze dell’ordine. Le fiamme, secondo i Vigili del fuoco quasi certamente di natura dolosa, sarebbero dalla zone verde che costeggia la rotatoria che porta al Polo scolastico. Pochi istanti e, complice il vento, il piccolo rogo si è allargato invadendo la collinetta che porta al Salumificio Dodaro e a via Puccini.
Una fiammata avvolge una Station Wagon parcheggiata all’interno dell’area del salumificio. In pochi secondi l’automobile viene divorata dal rogo.
L’incendio poi arriva anche sul lungo fiume. I mezzi dei Vigili del fuoco fanno la spola. Il fuoco si è avvicinato anche al metanodotto e alla postazione del Gas ma per fortuna alle 18,30 l’incendio viene domato ma ora si contano i danni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?