Salta al contenuto principale

Incidente sulla fondovalle dell'Agri.
Un morto e due feriti

Basilicata

Carmine La Scaleia è rimasto incastrato nelle lamiere dopo che l'auto su cui viaggiava in compagnia della moglie si è scontrata con un furgone

Tempo di lettura: 
1 minuto 21 secondi

ALIANO -E' di un morto e due persone ferite il bilancio dell'incidente avvenuto intorno alle 14,20 di ieri sulla fondovalle dell'Agri nei pressi di Aliano.
La vittima, il sessantatreenne Carmine La Scaleia, nato a Tramutola ma residente a Villa d'Agri, è rimasto incastrato nelle lamiere dell'Audi A6 sulla quale viaggiava in compagnia della moglie.
Per cause imprecisate, l'auto si è scontrata con un furgone Citroen Jumpy guidato da un trentasettenne nato a San Chirico Raparo ma residente a Cassano delle Murge.
Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia stradale, i carabinieri della Stazione di Aliano a supporto e i vigili del fuoco del distaccamento di Montalbano. Questi ultimi sono rimasti impegnati per circa quattro ore.
Particolarmente difficoltose, infatti, le operazioni per liberare gli occupanti dei mezzi dalle lamiere.
I vigili del fuoco hanno dovuto tagliare le lamiere del portellone posteriore del furgone prima di riuscire a recuperare il ragazzo.
Anche per l'Audi A6 è stato necessario tagliare le lamiere: La Scaleia aveva le gambe incastrate nell'auto.
Trasportato con l'eliambulanza del 118 al San Carlo di Potenza, l'uomo è morto poco dopo il ricovero a causa delle gravi ferite riportare.
La moglie e l'autista del furgone sono stati ricoverati con politraumi nell'ospedale di Villa 'Agri di Marsicovetere.
Le loro condizioni non sarebbero gravi.
Durante il lavoro dei vigili del fuoco la strada è rimasta chiusa per consentire la rimozione dei veicoli e la messa in sicurezza dell’arteria.
Nel tardo pomeriggio è stata riaperta una corsia e, solo in serata, la circolazione è tornata normale. Sarà il lavoro della Polizia Stradale a stabilire le cause dell’incidente. Quella di ieri è stata una giornata di sangue sulle strade del Materano.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?