Salta al contenuto principale

Vibo, pensionato in manette
in casa trovato un arsenale d'armi

Basilicata

Sono tutt'ora in corso indagini finalizzate a stabilire la provenienza del giubbotto antiproiettili e delle armi non censite, mentre tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro

Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

I carabinieri della stazione di San Calogero (Vv) hanno arrestato Michele Zinnà, 64 anni, pensionato, per detenzione illegale di armi, detenzione illegale di armamento clandestino, alterazione di armi e ricettazione. I militari al termine di una perquisizione domiciliare, hanno rinvenuto, nella disponibilità di Zinnà, diverse armi e munizioni, legalmente detenute ma non denunciate presso la locale stazione carabinieri.
Si tratta di un fucile doppietta marca «Flaubert» e di un fucile doppietta marca «Gamba». Nel corso della perquisizione sono state inoltre rinvenute, abilmente occultate all’interno delle intercapedini di alcune tettoie di edifici agricoli a disposizione dell’uomo, altre armi illegalmente detenute. Si tratta di una pistola marca «Beretta» calibro 22; un fucile doppietta a canne mozze marca «Investarm» calibro 28 e 8; un fucile doppietta marca «Crescent arm fire» calibro 16 con matricola abrasa; una carabina marca «diana» modello f240, calibro 4.5, senza matricola; una carabina marca «gamo» calibro 4,5; una sciabola; 1.255 cartucce di vario calibro e marca; 1,4 chilogrammi di polvere da sparo; 3,2 chilogrammi di piombo a pallini; un giubetto antiproiettile.Nel corso di ulteriori accertamenti è emerso che la pistola risultava oggetto di furto avvenuto nel 1995 e denunciato presso il comando stazione carabinieri di Almese, in provincia di Torino.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?