Salta al contenuto principale

Cosenza, il San Vito dopo la beatificazione
è tornato alla normalità

Basilicata

A comunicare che il San Vito è stato ripulito dopo la cerimonia di beatificazione di Suor Elena Aiello, è stato l'assessore alla Manutenzione del Comune di Cosenza, Carmine Vizza

Tempo di lettura: 
1 minuto 34 secondi

Nell’arco di 48 ore dopo la beatificazione di madre Elena Aiello, lo stadio che ha ospitato la celebrazione è tornato alla normalità. E' quanto si afferma in una nota dell’assessore alla Manutenzione del Comune di Cosenza, Carmine Vizza: «Premettendo che l’amministrazione Occhiuto – sostiene Vizza - ha sempre accolto anche le segnalazioni a mezzo stampa sui disservizi cittadini come stimolo a interagire meglio con e sul territorio, e premettendo che le libertà d’informazione e di critica restano sacrosante, sentiamo di dover sottolineare, a tutela di un’attività che comunque sarebbe ingiusto far passare per inesistente, che quando le suddette segnalazioni diventano ossessive e sistematiche, con atteggiamenti quasi ricattatori, qualcosa di certo non torna».
«Siamo spesso oggetto di strumentalizzazioni gratuite di cui non ci diamo spiegazione – aggiunge Vizza – e si utilizzano, con una frequenza dubbia, messaggi fotografici che non fotografano la reale operatività dell’amministrazione in fatto di manutenzione e pulizia della città, offrendo ai lettori elementi visivi limitati e anche anacronistici, che tendono a sminuire, inficiare e deviare. Mi riferisco al problema dei rifiuti solidi urbani, ad esempio, un problema che nessuno nega, ma che di sicuro non può essere concentrato sull'immagine di un singolo cassonetto che non rappresenta la situazione generale riportata in termini accettabili nonostante le difficoltà della raccolta».
«Oggi è di turno invece – sostiene ancora Vizza – la pubblicazione di uno scatto sull'erbetta dello stadio San Vito mostrato sporco di bottigliette di plastica dopo la presenza dei tantissimi fedeli per l’evento storico della beatificazione di Suor Elena Aiello. Preme rendere noto che nel giro di 48 ore dalla celebrazione che ha portato nell’impianto sportivo migliaia e migliaia di persone, il terreno di gioco non si trova più in quello stato ovviamente passeggero, grazie all’apporto straordinario dei dipendenti delle cooperative che, rispondendo alle nostre sollecitazioni, hanno riportato alla normalità il terreno di gioco in vista della gara Nuova Cosenza Calcio-Noto di domenica prossima».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?