Salta al contenuto principale

Fondi UE, le precisazioni dell'assessore regionale
Mancini: "Nessuna sospensione"

Basilicata

Le precisazioni sono arrivate dall’assessore regionale alla Programmazione comunitaria, Giacomo Mancini, e dal dirigente generale del Dipartimento, Anna Tavano

Tempo di lettura: 
2 minuti 20 secondi

Non c'è una sospensione nei pagamenti Ue del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) e del Fondo sociale europeo (Fse) alla Regione Calabria. A dirlo questa mattina sono stati l’assessore regionale alla Programmazione comunitaria, Giacomo Mancini, ed il dirigente generale del Dipartimento, Anna Tavano, in merito a quanto sostenuto ieri dal commissario Ue alle politiche regionali Johannes Hahn nella risposta ad una interrogazione di europarlamentari del Pd.
«La Commissione europea – ha spiegato Mancini nel corso di una conferenza stampa – ci ha chiesto dei chiarimenti per alcune procedure del 2009, quindi con la passata Amministrazione regionale, e noi stiamo fornendo le risposte richieste. La procedura è in corso. Se l’esito dovesse essere negativo ci sarà il blocco dei pagamenti di quelle procedure del passato».
Anna Tavano ha poi negato che parte del programma sia stato affidato al Ministero dell’istruzione: «In una riunione del marzo 2011 con la Commissione europea ed il Ministero – ha sostenuto – è stato offerto alle Regioni di scorrere i bandi nazionali. Noi, con tutte le Regioni dell’obiettivo Convergenza, abbiamo aderito a quello sulla scuola. Altri interventi del Ministero non ce ne sono stati».
Mancini, dopo avere ringraziato il ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, che ha chiarito che sulla base delle evidenze in suo possesso, «l'avanzamento realizzato dalla Calabria è stato valutato positivamente», è passato ad illustrare l’attività della Regione per l’impiego dei fondi: «Il 15 giugno scorso, in una riunione del comitato di sorveglianza – ha detto l’assessore – avevamo presentato all’Ue impegni giuridicamente vincolanti per 918 milioni di euro. Dopo due mesi e mezzo, nella riunione del 14 settembre scorso, siamo passati a un miliardo e 99 milioni, con un avanzamento, cioè, di 180 milioni. Inoltre abbiamo dato vita a procedure per 654 milioni. In merito ai Fesr, al 5 settembre scorso, le procedure di selezione avviate ammontano a 852 milioni, quelle da avviare entro dicembre sono di 270 milioni, per un totale di un miliardo e 122 milioni. Non voglio fare polemiche ma in un anno e mezzo di attività abbiamo movimentato 1 mld e 122 milioni mentre la precedente gestione ha posto in essere procedure, bandi e selezioni per 150 milioni in 3 anni. Fino ad ora abbiamo rispettato i target e rispetteremo anche i prossimi».
I dati forniti dal commissario, secondo Mancini, sono datati, fotografano la situazione al 31 dicembre 2010 e dunque, osserva, si riferiscono al lavoro svolto dalla vecchia giunta senza peraltro tenere conto della riunione di verifica svoltasi a Roma il 14 settembre scorso, data alla quale, peraltro, risale la risposta di Hahn, diffusa appena ieri.
Le parole di Fitto, secondo Mancini, rendono merito al lavoro della Regione Calabria e «chiudono in maniera netta la polemica alimentata da una risposta del commissario ad un’interrogazione parlamentare. Fitto – ha detto l'assessore – è stato molto dettagliato e lo ringrazio. Le parole del ministro sono per noi una medaglia. I dati del commissario si riferiscono al passato».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?