Salta al contenuto principale

Rapimento Azzarà. Coni: Striscione per "Francesco
Libero" alle iniziative sportive in Calabria

Basilicata

Anche il Coni Calabria, esporrà durante le iniziative sportive nella regione, lo striscione per chiedere la liberazione del volontario rapito

Tempo di lettura: 
1 minuto 4 secondi

La foto di Francesco Azzarà, il volontario di emergency rapito in Sudan il 14 agosto scorso, sarà esposta durante tutte le iniziative sportive in Calabria. La decisione è stata presa dal presidente regionale del Coni calabrese, Mimmo Praticò, per esprimere solidarietà e vicinanza alla famiglia di Azzarà: «Nella missione – afferma Praticò – di Francesco Azzarà, il volontario di Emergency, che ha scelto di sacrificare la propria vita in favore dei piccoli bisognosi, ci sono quei valori sociali che anche lo sport promoziona.
Lo sport calabrese non può esimersi dall’offrire piena solidarietà nei confronti dei familiari di Francesco Azzarà, nella speranza che il giovane possa, al più presto, riabbracciare i suoi cari. Ho invitato tutte le federazioni sportive e le società che stanno organizzando eventi sportivi in Calabria, ad esprimere, durante le manifestazioni, piena solidarietà al giovane volontario rapito».
Già, in occasione dei prossimi Campionati Europei di Pattinaggio artistico, che si terranno al «PalaCalafiore» di Reggio Calabria dal 20 al 24 settembre, il Comitato Regionale Calabria della Fihp, del presidente Marisa Lanucara aderirà all’iniziativa. «Esporre un messaggio – ha continuato il presidente del Coni Calabria – dedicato a Francesco Azzarà, in tutte le manifestazioni sportive che si disputeranno in regione, contribuirà, a mantenere alta l'attenzione su una vicenda che, dal 14 agosto scorso, lascia nello sconforto una famiglia ed una comunità calabresi».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?