Salta al contenuto principale

Lauria, sequestrati 62 kg di marijuana.
Il pm Greco indaga sul "pizzino"

Basilicata

Il gip dovrà confermare l'arresto dell'uomo beccato con 62 kg di marijuana. Tra gli oggetti sequestrati all'albanese un foglio con strane indicazioni

Tempo di lettura: 
2 minuti 9 secondi

LAURIA - Convalidato il sequestro dei 62 chilogrammi di marijuana pronta per lo spaccio. Un viaggio con il baule dell'auto pieno di droga con il trentaquattrenne albanese, Gentian Sulejmani, che contava sul fatto che nessuno lo avrebbe sottoposto a controlli troppo approfonditi, anche nel caso in cui avesse incontrato qualche pattuglia. Tutto era andato bene da Brindisi, girando per la Basentana e la Sinnica. Unico intoppo: gli agenti della Guardia di finanza di Lauria. Forse il fumo doveva essere piazzato anche nella zona del Lagonegrese. Il pubblico ministero, Francesco Greco, in attesa dell'udienza di convalida dell'arresto da parte del gip del Tribunale di Lagonegro, ha effettuato la convalida del sequestro dei 62 chilogrammi di marijuana, di due telefoni cellulari, quattro sim e di un foglietto. Tutti oggetti sequestrati a Gentian Sulejmani di 34 anni originario di Vlore (Albania) durante l'operazione portata a termine venerdì scorso dalle Fiamme gialle. Proprio partendo da quanto trovato annotato sul foglietto, il pm d'assalto Greco, intende iniziare l'azione investigativa dando corso ad indagini tese ad individuare i responsabili di questo traffico internazionale. I sospetti sono orientati, in particolare, dal manoscritto rinvenuto e dalla successiva comparazione dei tabulati telefonici delle 4 sim. La merce, destinata al mercato reggino, avrebbe fruttato, con la vendita al dettaglio, circa 300.000 euro. In merito va considerato che il quantitativo di marijuana, per l'elevato principio attivo, avrebbe raggiunto il quantitativo di circa 76.000 dosi. Un quantitativo che solitamente si legge nelle cronache dei quotidiani nazionali mentre questa volta, è sempre la zona del Lagonegrese, il teatro di transito di droga. E’senza dubbio un sequestro record per la guardia di finanza di Lauria, elevata a rango di Compagnia proprio dal primo agosto scorso. Negli ultimi quattro anni, in particolare grazie al lavoro del tenente, Salvatore D'Elia, l'ex Tenenza e ora la istituendo Compagnia ha ottenuto notevoli risultati, soprattutto nell'azione di repressione del traffico di sostanze stupefacenti. Si tratta di uno dei sequestri di droga più importanti compiuti negli ultimi 4 anni a Lauria, 108 chilogrammi di hashish nel giugno 2011, 17,500 chilogrammi circa di hashish nel febbraio 2010, 59 chili di marijuana nel dicembre 2010, 20 chilogrammi di hashish nel novembre 2008. L'elevazione al rango superiore è stata effettuata anche in ragione dei numerosi comuni da controllare e della forte espansione urbanistica ed industriale di alcuni di essi, al fine di monitorare l'aspetto economico che per alcuni è sempre in ascesa ma soprattutto evitare che l'espansione economica generi forti fenomeni di evasione in genere, arginando di conseguenza l'insorgenza malavitosa strettamente connessa alla crescita economica. Il giovane albanese adesso deve rispondere dell'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, tra oggi e domani sarà interrogato per la convalida dell'arresto.

Emilia Manco

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?