Salta al contenuto principale

Regione. Il presidente Scopelliti
incontra i sindaci della Locride

Basilicata

Il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti ha incontrato i sindaci della Locride nell’aula consiliare del Comune di Siderno

Tempo di lettura: 
3 minuti 32 secondi

Un incontro, quello del governatore calabrese, con gli amministratori della Locride, al quale hanno partecipato, tra gli altri, l'assessore alle attività produttive Antonio Caridi con il dirigente generale Maria Grazia Nicolò ed il consigliere regionale Candeloro Imbalzano. «Attenzione costante e concreta per il territorio della Locride. Ben 87 milioni di euro investiti da aprile 2010 ad oggi. Tutto ciò dimostra quanto la Giunta regionale reputi fondamentale quest’area, in passato trascurata, per il rilancio dell’intera Calabria»; così il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti nel corso dell’incontro.
La Giunta regionale ha destinato per la Locride circa 47,5 milioni di euro nei vari settori. Con il «Piano per il Sud» sono stati destinati altri 40 milioni di euro per la statale 106: «Proseguiamo con grande impegno il lavoro portato sin dal nostro insediamento – ha aggiunto Scopelliti – e la mia presenza qui a Siderno con voi e gli incontri avuti in passato anche a Catanzaro, dimostrano quanto crediamo nel decollo dell’area. Uno sviluppo fatto con azioni reali». Il Presidente ha poi illustrato dati e cifre. Nel settore ambiente la Regione ha investito circa 2,4 milioni di euro così suddivisi: 572 mila euro per le isole ecologiche, 1,211 milioni di euro per la depurazione, 713 mila euro per la raccolta differenziata. La sanità è seguita con particolare attenzione da Scopelliti. L’obiettivo è quello di evitare gli sprechi, garantendo servizi di qualità al cittadino. È stato completato il trasferimento delle funzioni di ospedale da quello di Siderno a quello di Locri e sono in corso i lavori di adeguamento impiantistico e sanificazione per l’ex presidio ospedaliero di Siderno. Tra le attività programmate Scopelliti ha, poi, ricordato il completamento dell’hospice di Siderno e del poliambulatorio di Locri, la ristrutturazione e messa a norma del presidio ospedaliero di Locri (14 milioni euro). Programmati, inoltre, per 3,5 milioni di euro interventi in materia di sicurezza per la stessa struttura. L’investimento nel settore servizi sociali ammonta a circa 8,6 milioni di euro, così suddivisi: 4,065 milioni di euro per incentivi per il lavoro, 201 mila euro per incentivi in favore degli immigrati, 345 mila euro per i disabili, 2,4 milioni di euro per la stabilizzazione di LSU/LPU, 250 mila euro per l'inclusione sociale, 1,410 milioni di euro per le imprese.
Nel settore dei lavori pubblici il totale degli investimenti è di circa 19,8 milioni di euro, così suddivisi: 4,196 milioni euro per l’edilizia scolastica, 5,755 milioni per la L.R. 19/2009 (opere di urbanizzazione) e 9,870 milioni per la messa in sicurezza della galleria della Limina. Nei beni culturali i finanziamenti ammontano a 3,577 milioni di euro con dieci comuni interessati (Bivongi, Casignana, Locri, Gerace, Monasterace, Palizzi, Pazzano, Roccella J., San Luca e Stilo). Anche nel settore agricolo, i comuni sono stati attenzionati. La cifra complessiva degli interventi effettuati sino ad oggi ammonta a 8,297 milioni di euro. Con i Piar (Piani Integrati Aree Rurali) il finanziamento complessivo è di circa 7,2 milioni di euro per: Antonimina, Agnana Calabra, Ardore, Brancaleone, Staiti, Palizzi, Ciminà, S.Agata del Bianco, Samo, Careri, Caraffa del Bianco, Caulonia, Gerace, Gioiosa Ionica, Locri, Mammola, Marina di Gioiosa Ionica, Monasterace, Pazzano, San Giovanni di Gerace, S. Ilario dello Ionio, Siderno, Ferruzzano, San Luca, Bovalino, Africo, Bianco, Placanica, Portigliola e consorzi di bonifica. Ed ancora attraverso le misure 227 e 226, il Comune di Antonimina ha ottenuto 412 mila euro, 145 mila euro per il Comune di Pazzaro e 64 mila euro per l’amministrazione di Canolo.
La Regione ritiene inoltre indispensabile valorizzare ulteriormente il comparto vitivinicolo dell’area, si è deciso infatti di promuovere le grandi eccellenze rappresentate dal Greco di Bianco e dal Mantonico. La richiesta di dilazionamento del debito con la Sorical emerso nel corso dell’ultimo incontro dei sindaci della Locride con il Presidente Scopelliti ha trovato pieno accoglimento nell’esecutivo, si stanno infatti spalmando i debiti per tutti i comuni calabresi a condizione che si provveda al pagamento mensile corrente.
Circa 3,577 milioni di euro nei settori cultura ed istruzione per la Locride così suddivisi: alternanza scuola lavoro euro 30.110, diritto allo studio euro 23.077, bando edilizia scolastica euro 1.398.025, bando laboratori euro 370.710, bando lingue 2010 euro 326.001, bando precari 2010 euro 364.928, cultura eventi storicizzati euro 708.132, Fuc fondazioni riconosciute euro 49.231, interventi a sostegno del sistema bibliotecario regionale euro 98.048, Magna Grecia Teatro Festival 2010 euro 208.771. La Regione, con gli interventi effettuati, ha inteso valorizzare le opere degli intellettuali Corrado Alvaro, Saverio Strati e Nicola Zitara. Nel comparto delle attività produttive finanziati investimenti per circa 4,668 milioni di euro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?