Salta al contenuto principale

ESCLUSIVO - Parla Sigillito: già nel 2003 i paramentri erano superiori. All'Arpab nessuno controllava i dati di Fenice

Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

"Era il marzo del 2008 quando da me venne il dirigente Bove, persona di mia stretta fiducia e mi disse: dottor Sigillito abbiamo un grave problema a Fenice, e mi mostra le analisi. Leggo velocemente e scorgo subito 7 o 8 parametri fuori norma. Colpisce subito la mia attenzione il mercurio in eccesso. A questo punto a Bove chiedo il raffronto con i dati di monitoraggi precedenti. E lui secco m'informa che non esistono. Sbigottito esclamo: ma tu che cazzo dici? Direttore mi scusi il termine ma la frase fu proprio quella".
Vincenzo Sigillito (in foto), geologo e ricercatore universitario, defenestrato dalla politica come capo assoluto dell'Arpab accetta di parlare del giallo dei dati scomparsi di Fenice con il Quotidiano per dare la sua verità o meglio 'Vangelo' come lui lo definisce accompagnandosi anche a sette faldoni di
carte e delibere che porta sotto il braccio.

Leggi il seguito dell'intervista sull'edizione odierna del
Quotidiano della Basilicata

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?