Salta al contenuto principale

Serie D. Anche il Marsala
si inchina al Sambiase

Basilicata

I difensori centrali Porpora e Morelli risolvono la contesa nella prima frazione. Dopo il Messina, battuto per due a zero il Marsala

Tempo di lettura: 
2 minuti 1 secondo

Il Sambiase ha celebrato al meglio i 10 anni di attività dei propri tifosi davanti ad un Marsala apparso incapace di impensierire Andreoli. Erra per sopperire non rischia Lio dal primo minuto optando per un centrocampo più muscolare inserendo in avanti il guizzante Perri. Sciacca invece presenta una formazione dai due volti: in fase di non possesso Di Miceli e Conti arretrano la propria posizione, per poi trovarsi ai lati di Sorrentino in fase di costruzione. Nei primi 30 minuti la partita vive di tanto agonismo ma nessuna occasione, salvo qualche calcio d'angolo di Curcio, e proprio su corner nasce l'azione del gol: il sinistro di Curcio trova sul secondo palo Porpora che in deviazione volante deposita in rete di piatto destro. Passano una dozzina di minuti ed i difensori giallorossi sono di nuovo protagonisti: ancora Curcio disegna una traiettoria tesa da calcio d'angolo in area, la difesa siciliana tenta di liberare ma Porpora è bravo al limite dell'area a recuperare palla e di testa rimettere nel cuore dell'area dove Morelli è libero di calciare in rete. Nella ripresa le squadre rientrano in campo con gli stessi effettivi che hanno terminato la prima frazione, e al 7' una punizione di Fina chiama per la prima volta Andreoli all'intervento, anche se tutt'altro che complicato, così come sul capovolgimento di fronte stessa sorta capita a Milani su conclusione da fuori area di Curcio. Il gioco latita ed Erra decide di fare entrare Lio, anche se non al meglio, per De Pantis, tornando al più consueto 4-2-3-1. Proprio su un'apertura del neo entrato Okolie si libera sulla sinistra, inciampa sul pallone trovando però Curcio al cross teso sul secondo palo dove Perri arriva in ritardo facendo poi sfumare l'azione. Il Sambiase cambia ancora le carte in tavola inserendo Marchio per Okolie, avanzando così Curcio. Sorrentino (31') prova dalla lunga distanza, ma Andreoli è attento in presa, superandosi poi nel minuto successivo prima su Genovese (bravo a tagliare in diagonale e presentarsi solo nell'area piccola) e poi su Conti (il cui tiro all'angolo destro viene salvato in angolo). Sciacca fa entrare Cottone al posto di Genovese, Erra sostituisce Perri con Fabio, ma in campo non cambia molto. I giallorossi tornano nell'area avversaria al 39' con una conclusione di Lio deviata con i pugni da Milani, e tranne l'infortunio di Andriani (dopo uno scontro con Conti ha lasciato il campo in barella, per poi raggiungere l'ospedale in ambulanza) non succede più nulla.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?