Salta al contenuto principale

Mobilità, a Catanzaro perfezionata
la nuova ordinanza

Basilicata

Interventi in via Cappuccini e raccomandazioni agli automobilisti che arrivano dalla zona Sud della città di Catanzaro

Tempo di lettura: 
3 minuti 19 secondi

Non è passata neanche una settimana dall’entrata in vigore del nuovo Piano del traffico, l’ordinanza 218, che l’amministrazione comunale apporta già alcune modifiche, ripristinando il vecchio senso di Marcia in via Stretto Cappuccini, in modo che scendendo da via Mario Greco si possa svoltare e uscire su via Schipani e cronometra il tempo di percorrenza per raggiungere il centro storico. Da palazzo de Nobili, sindaco e vigili urbani fanno, infatti, sapere che nei primi giorni di sperimentazione il nuovo piano della mobilità della città sembra funzionare.
Secondo quanto riferito in una nota dell’amministrazione comunale, la nuova viabilità, definita insieme al Comando dei Vigili Urbani guidati dal generale Giuseppe Antonio Salerno (in foto), sta consentendo di accelerare notevolmente i tempi di percorrenza nel centro della città e nel quartiere nord di San Leonardo. Anche nelle ore di punta della giornata è infatti possibile, in pochi minuti, raggiungere il centro della città dalla zona nord e viceversa.
Il traffico scorre in maniera fluida, e i pochi rallentamenti sono dovuti soprattutto alla sosta selvaggia: per fronteggiare questo autentica “piaga” del traffico cittadino, i vigili urbani hanno messo in atto un piano di “tolleranza zero”, sanzionando in maniera salata i trasgressori e facendo installare, nelle aree più delicate, numerosi dissuasori di sosta.
I cittadini, comunque, sembrano in gran parte avere assimilato rapidamente i cambiamenti, grazie anche alla massiccia campagna informativa predisposta da Palazzo De Nobili, e i nuovi sensi di marcia sono stati accolti senza difficoltà e, piuttosto, con curiosità.
«Il sistema della circolazione - si legge nella nota del Comune - ha beneficiato, come previsto, dal decongestionamento di alcuni importanti snodi viari, come via Indipendenza, alleggeriti soprattutto dal traffico degli autobus extraurbani. Naturalmente la fluidità della circolazione è favorita dall’apertura al traffico di corso Mazzini e dall’utilizzo di via Poerio nella direttrice nord-sud, in alternativa a via De Grazia. Attraverso via Poerio è infatti possibile raggiungere rapidamente da piazza Matteotti il centro storico, quindi i palazzi di Comune, Provincia, Prefettura, il teatro Politeama e il Duomo, oltre che i principali parcheggi ubicati nelle adiacenze di corso Mazzini. Via Poerio, peraltro, è ora raggiungibile da via Ciaccio: chi proviene dalla rotatoria sul Musofalo, quindi, può raggiungere il centro storico in pochissimi minuti, imboccando via Ciaccio per ritrovarsi, dopo poche centinaia di metri, alle spalle di Palazzo di Vetro e quindi a pochi passi da corso Mazzini». L’unica criticità è stata riscontrata, nell’orario di chiusura di corso Mazzini, nel punto di confluenza tra via Cavour e via Jannoni, di fronte al teatro Politeama. Qui si sono registrate delle code lunedì sera – legate anche alla parziale interruzione di via Italia per un guasto alla rete idrica -, ma già da ieri è stato posto rimedio, con una diversa dislocazione delle unità dei Vigili Urbani con il compito di far defluire il traffico da via Italia verso via Milelli e viale dei Normanni.
Per i cittadini provenienti da Catanzaro Sud (viale dei Normanni) è utile sapere che, negli orari in cui è istituita l’isola pedonale su corso Mazzini (dalle 18 alle 20,30), per raggiungere il centro e Catanzaro Nord è sconsigliabile imboccare via Nuova – Bellavista, ma è preferibile proseguire verso via Milelli, e da lì raggiungere eventualmente il centro passando da via Ciaccio.
«Anche l’istituzione della Ztl - si legge, ancora nella nota - a tempo riscuote consensi, perché finalmente i cittadini possono contare su una vera isola pedonale, negli orari del passeggio e dello shopping serale.
Tra le 18 e le 20,30, infatti, il transito è vietato a qualunque veicolo». Soddisfatto il sindaco Traversa, il quale ha ancora una volta invitato i cittadini alla piena collaborazione: «Se tutti rispetteranno i contenuti dell’ordinanza, evitando comportamenti indisciplinati e soprattutto parcheggi selvaggi, raggiungeremo l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei cittadini, rendendo finalmente vivo e fruibile il centro storico».
«Lavoreremo – continua il sindaco – in questa fase sperimentale, per risolvere eventuali criticità riscontrate, e per incentivare i cittadini all’utilizzo del trasporto pubblico, oggi potenziato con un sistema circolare di navette con itinerari chiari e brevi tempi di attesa».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?