Salta al contenuto principale

Cosenza, dal 10 ottobre parte
la raccolta differenziata

Basilicata

Ieri la conferenza stampa presieduta da sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto sull'avvio della raccolta differenziata nella città

Tempo di lettura: 
2 minuti 30 secondi

«La raccolta differenziata è uno degli obiettivi prioritari dell’amministrazione comunale. Su questo ci giochiamo tutto». È quanto ha affermato il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto presentando, nel corso di una conferenza stampa, quella che lui stesso ha definito «una sfida in cui credere totalmente».
«Dal 10 ottobre prossimo anche a Cosenza, capoluogo di provincia finora privo di questi servizi di raccolta avanzati - riporta una nota del Comune – sarà attuato l’importante progetto per far sì che una fra le tante 'buone pratiche urbanè possa migliorare presto e concretamente la qualità di vita dei cittadini. Per raggiungere i risultati prefissati occorrerà proprio puntare sul senso sociale e civico di ognuno, lo ha ripetuto a più riprese il sindaco, e non per niente il logo della campagna di lancio viene sintetizzato da un’ideale stretta di mano fra il Comune e lo stesso cittadino che avrà un ruolo fondamentale nella riuscita di questo nuovo processo locale nel ciclo dei rifiuti».
«Si tratta di una tematica complessa – ha detto Occhiuto ai giornalisti – ed è fondamentale pertanto trasferire quest’idea alla cittadinanza. La nostra scelta politica è precisa, stabilisce delle priorità. Ci rendiamo conto di chiedere ai cittadini dei sacrifici, ma soltanto educandoli a disfarsi dei rifiuti nei giorni stabiliti potranno tutti giovare della drastica riduzione dell’inquinamento. I cittadini di Cosenza, a mio parere, non hanno un senso civico minore di cittadini di altre città, e sono sicuro che ci supporteranno».
Nella nota si sottolinea inoltre che «oltre a un battage promozionale intensificato su diversi canali pubblicitari, i cosentini saranno del resto 'invogliatì a rispettare il calendario della raccolta dalle severe sanzioni di legge che puniscono i trasgressori delle norme in materia. Dopo analisi specifiche sull'utenza e sulla densità demografica delle varie aree, per l’avvio del progetto la città è stata suddivisa in tre diverse zone (rossa, arancio e gialla). Si comincerà con il 'porta a portà nella zona rossa (ovvero le frazioni più a sud, sud ovest di Cosenza: Donnici, Sant'Ippolito e Borgo Partenope), con la raccolta stradale intensiva nella zona arancione (area nord est della città nuova, asse di via Popilia) e con il sistema di raccolta differenziata stradale estensiva nell’area gialla (centro storico, centro città, zona nord ovest della città e restanti aree non comprese nelle precedenti). Dal 10 ottobre, dunque, la distribuzione dei kit alle famiglie: 2665 utenze residenti nella zona rossa saranno immediatamente servite 'porta a portà, ma questa tipologia di raccolta sarà gradualmente estesa su altre zone della città».
«Mi piace sottolineare – ha affermato l’assessore al Ciclo dei rifiuti Carmine Vizza – il concetto della politica del fare. La questione dei rifiuti è nella nostra agenda fin dal giorno dell’insediamento. E purtroppo non può esistere una città bella e pulita se non si normalizza una situazione sempre in stato emergenziale». Eugenio Guarascio, presidente dell’azienda “Ecologia oggi", che gestisce il servizio, ha evidenziato la determinazione del sindaco Occhiuto nel mettere in atto l'iniziativa, mentre Rita Scalise, general manager di «Ecologia oggi», ha ricordato che la raccolta differenziata è un obbligo di legge.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?