Salta al contenuto principale

Manifestazione del Pdl domani a Cosenza
Numerose le adesioni

Basilicata

Sono numerose le adesioni al corteo organizzato dalPdl per domani nella Città di Cosenza. Dal senatore Speziali, al Movimento Labor e ai giovani dell'Udc

Tempo di lettura: 
3 minuti 48 secondi

Domani pomeriggio a Cosenza la grande manifestazione indetta dalla coalizione di centrodestra e dalla giunta Regionale per fare il punto della situazione a 15 mesi dall’insediamento del nuovo esecutivo. Il corteo inizierà alle 17,30 da Piazza Fera e terminerà a Palazzo dei Bruzi, quando interverranno il Sindaco, Mario Occhiuto, iil coordinatore regionale dell’Udc, Sen Gino Trematerra, il sottosegretario all’economia, sen. Antonio Gentile e, concluderà, il Presidente Giuseppe Scopelliti.
Per il coordinamento regionale del Pdl «si attendono almeno 20 mila persone anche se il numero potrebbe essere superiore, essendo stati organizzati 200 pullman da tutta la Regione. La manifestazione, pur di carattere regionale, assume una valenza interregionale e nazionale per la portata della partecipazione e sarà improntata alla moderazione, alla democrazia, alla partecipazione». Intanto a poche ore dalla grande manifestazione, arrivano numerose le adesioni di personalità politiche, partiti e movimenti che parteciperanno all'iniziativa.
«Grande mobilitazione per la manifestazione pubblica del centrodestra calabrese che si terrà domani a Cosenza. Voglio associarmi all’appello a tutti i militanti e simpatizzanti, oltre che ovviamente ai dirigenti di partito e ai rappresentanti istituzionali di ogni livello, affinchè l’adesione sia massima. Io stesso sarò presente, personalmente, per dare un contributo diretto ad un evento di notevole respiro politico». Lo ha sostenuto il senatore Vincenzo Speziali, del Pdl: «Domani dimostreremo, ancora una volta – ha aggiunto – come le forze del centrodestra poggino su un consenso diffuso e forte, fatto di tanti singoli soggetti animati da radicate convinzioni culturali e politiche. Il popolo del centrodestra è unito, convinto, coerente e pronto a scendere in piazza quando si tenta, strumentalmente e con artifici retorici, di intaccare la credibilità di una vasta alleanza che non gode solo della maggioranza in Parlamento e in molte Regioni, ma anche degli italiani. A Cosenza, dove è recente la storica vittoria al Comune tutto il gruppo dirigente del centrodestra si raccoglierà attorno al presidente Giuseppe Scopelliti, per ribadire, in maniera assolutamente incontestabile, la volontà di governare con serietà e dedizione la Calabria, e di continuare a curare emergenze ataviche che tanto danno sociale hanno provocato».
Anche il Movimento Labor, guidato da Pasqualino Ruberto, con circa 200 partecipanti, «aderisce convintamente alla manifestazione di domani a Cosenza, alla presenza del governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti». «L’iniziativa - ha sostenuto Ruberto – così come giustamente interpretata e voluta dal presidente Scopelliti, rappresenta un grande momento di reale confronto con i cittadini. Accanto al governatore ci saranno parlamentari, amministratori locali e i cittadini che hanno compreso il cambiamento introdotto nella guida della Regione con l’avvento di Scopelliti. A Cosenza accadrà qualcosa di straordinario per la prima volta in Calabria. Ovvero, un presidente di Regione, insieme agli alleati di governo, esporrà in piazza le cose fatte in un anno e mezzo e sarà pronto ad accettare anche suggerimenti per il prosieguo della legislatura. Un evento così non era mai accaduto. Siamo certi che sarà anche una giornata di festa e di grande dimostrazione di unità della coalizione di centrodestra».
Anche i Giovani dell’Udc di Cosenza e della sua provincia «scenderanno in piazza, con orgoglio e con determinazione, per sostenere l’azione riformatrice della giunta regionale e per sottolineare, con altrettanto impeto, la ferma volontà di rompere con il passato e di proseguire una stagione di cambiamento, necessaria ed indispensabile, affinchè, le generazioni calabresi, possano riappropriarsi della speranza e del proprio futuro». Ad affermarlo, i dirigenti regionali dei Giovani Udc Annamaria Algieri, Giovanni Folino e Ferdinando Mussari, il coordinatore provinciale Andrea Bruni ed il vice coordinatore di Studicentro Calabria, Francesco Madeo che aggiungono: «manifesteremo di fianco alle bandiere dell’Udc e con i nostri simboli per far comprendere che la nostra voglia di cambiamento è identica, se non addirittura più forte, rispetto allo scorso anno e per esprimere vicinanza ai nostri assessori regionali al presidente del consiglio, Franco Talarico, al capogruppo ed a tutti i consiglieri del nostro partito».
Il vice capogruppo del Pdl alla Provincia Marziale Battaglia, ha commentato: «La manifestazione di Cosenza vedrà una grande partecipazione della Provincia di Catanzaro sotto la guida del nostro coordinatore provinciale Michele Traversa e del vice Maurizio Vento». «Le questioni inerenti le incompatibilità fra organisti di partito e ruoli istituzionali - aggiunge – sono demandate ai vertici del partito nazionale. Infatti il segretario Angelino Alfano presiede un gruppo incaricato di scrivere le regole per l’elezione degli organismi di partito. Proprio ieri a Roma si è svolta una riunione del Comitato di Presidenza del Pdl per discutere, tra le altre cose, della questione delle incompatibilità. Attendiamo quindi, con fiducia, quali saranno le indicazioni. Va comunque ricordato che le questioni di incompatibilità nella Regione ed in Provincia non sono problemi attuali».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?