Salta al contenuto principale

Sport: al San Vito di Cosenza
arrivano i big dell’atletica

Basilicata

La felicità del presidente provinciale di Cosenza della Fidal, Caira: «Qui due impianti tra i migliori al Sud». Parte oggi la tre giorni dei campionati italiani Master: in gara 2700 atleti

Tempo di lettura: 
2 minuti 25 secondi

Iniziano quest’oggi a Cosenza i campionati italiani, categoria “Master”, di atletica leggera, maschili e femminili ai quali parteciperanno 2700 atleti. Entusiasta il presidente provinciale di Cosenza della Federazione italiana di Atletica leggera (Fidal) di Cosenza, Vincenzo Caira: «È stata scelta la città di Cosenza perché è l’unica in tutto il mezzogiorno d’Italia che possiede due impianti sportivi contermini, lo stadio San Vito e il Campo Scuola Coni, in grado di poter ospitare gli atleti che partecipano numerosi come ogni anno, ad una competizione nazionale così rilevante. Tutto questo, oltre che esser un motivo di orgoglio, rappresenta un momento di crescita e di diffusione di questa disciplina sportiva. Nonostante questi campionati italiani sono rivolti alla categoria Master – prosegue sempre Caira – possono essere anche una buona motivazione per le categorie più giovani perché l’atletica è lo sport dei sacrifici e ciò che gratifica questo sport è il misurarsi continuamente con le proprie forze, il sentirsi appagati anche dal più piccolo miglioramento e il confrontarsi con l’avversario in un appagante lotta che scarica tutte le tensioni e le energie».
Una kermesse sostenuta da un comitato d’onore composto dal presidente del Consiglio della Regione Calabria, Francesco Talarico, al presidente della giunta, Giuseppe Scopelliti, al presidente nazionale Fidal, Franco Arese, a quello della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, al sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, agli assessori del comune bruzio, Luciano Vigna e Carmine Vizza, al presidente della Camera di Commercio, Giuseppe Gaglioti, al presidente della corte d’appello federale Fidal, Giuseppe Romano.
Il presidente regionale del Coni, Mimmo Praticò, oltre a far parte del comitato d’onore ha espresso grande soddisfazione per la scelta della sede che è ricaduta su Cosenza perché «Questa decisione rappresenta un bel riconoscimento per tutta la Calabria che con strutture idonee e tramite lo sport, potrebbe dare, rafforzando lo sforzo degli enti, un forte contributo per lo sviluppo del turismo sul nostro territorio. Il mio auspicio – conclude infine il presidente Praticò – è che anche in questa occasione i calabresi sapranno offrire la loro tradizionale ospitalità, ai numerosi atleti provenienti da tutta l’Italia».
A seguito della manifestazione verrà data anche la possibilità, ad atleti e non di poter condividere alcuni momenti ricreativi presso gli stend allocati in piazza Bilotti, con intrattenimenti vari, mostre iconografiche, convegni e tavole rotonde, adibiti per l’occasione dalla Confederazione italiana agricoltori (Cia), sponsor ufficiale nazionale.
Saranno presenti atleti di tutto rispetto come il bolognese, Maurizio Leone, di professione carabiniere che gareggia per il Gruppo sportivo carabinieri di Bologna nei 5000 e 10000 metri, noto nell’ambiente per aver partecipato a numerosi campionati nazionali ed internazionali, cappe Europa e mondiali universitari, ottenendo in carriera importanti piazzamenti.
«È un piacere che si faccia a Cosenza una manifestazione del genere. Sono molto felice perché in tanti anni di atletica non mi era maio capitato di gareggiare nel San Vito. Spero che ci sia una bella cornice di pubblico. Questa è una grande occasione per valorizzare il nostro territorio».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?