Salta al contenuto principale

Immigrati. Crotone, in attesa del permesso
minaccia di suicidarsi

Basilicata

E' salito per protesta su un albero davanti al tribunale di Crotone minacciando di suicidarsi e solo dopo un pò si è convinto a recedere dai suoi propositi

Tempo di lettura: 
0 minuti 50 secondi

Ha minacciato di uccidersi gettandosi da un albero con una corda stretta intorno al collo, ma alla fine poliziotti e vigili del fuoco lo hanno fatto desistere. Protagonista un giovane extracomunitario della Guinea Bissau, Diallo Mamoude, di 31 anni, che due giorni prima aveva messo in atto un tentativo identico all’interno del Centro immigrati di Sant'Anna di Isola Capo Rizzuto (Kr).
Questa mattina intorno alle 11 l’uomo, dopo essersi legato un cappio al collo si è arrampicato su un albero alto una ventina di metri che svetta proprio davanti al palazzo di giustizia, su corso Mazzini a Crotone, ed ha minacciato di uccidersi. Sul posto sono arrivati subito gli agenti delle Volanti e i Vigili del fuoco che dopo aver isolato la zona hanno iniziato una paziente opera di persuasione. Due vigili del fuoco, analogamente a quanto era accaduto due giorni prima, lo hanno convinto a scendere portandolo a terra con l'autoscala. L’uomo protesta per l’ottenimento del permesso di soggiorno che attende ormai da sei mesi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?