Salta al contenuto principale

Rossano, rissa al pronto soccorso
arrestato un giovane ubriaco

Basilicata

Sabato sera di disordini a Rossano; chiuso il reparto emergenza per gli schizzi di sangue. In manette un giovane ubriaco che aveva aggredito i poliziotti

Tempo di lettura: 
2 minuti 24 secondi

Una nottata di disordini e sangue tra sabato e domenica al pronto soccorso del presidio ospedaliero “Nicola Giannettasio” di Rossano (Cs), dopo una lite in un bar dello scalo cittadino. La Polizia di Stato di Rossano, è intervenuta nel nosocomio rossanese ed ha arrestato il 23enne Vittorio La Pietra abitante nel centro storico, già noto alle forze dell’ordine. Su di lui gravano le pesanti accuse di lesioni personali con l’aggravante della continuazione, ingiuria, minaccia aggravata e danneggiamento, nei confronti del 31enne A.Z., del 53enne G.D. e del 35enneA.F., nonché di interruzione di pubblico servizio, danneggiamento, minaccia ed ingiuria nei confronti del personale sanitario del pronto soccorso dell’ospedale di Rossano, ed infine di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale nei confronti degli agenti della Polizia di Stato intervenuti sul posto.
Il fatto è accaduto, appunto, sabato notte quando La Pietra, dopo aver consumato diverse bevande alcoliche all’interno di un bar ubicato nella centralissima piazza Bernardino Le Fosse allo scalo di Rossano, in evidente stato di ebbrezza ha chiesto al titolare del locale un'ulteriore consumazione. Il titolare si sarebbe rifiutato dopo essersi reso conto dello stato del giovane, già visibilmente ubriaco e La Pietra alquanto adirato, ha iniziato ad inveire contro il gestore, prima minacciandolo e poi passando alle vie di fatto, scagliandosi nei suoi confronti con un bicchiere che aveva in mano e dopo averne rotto altri posti sul bancone di vendita, si è recato dietro il bancone e con i resti di un bicchiere infranto poco prima, tentando di colpire il titolare, che è stato ferito ad una mano dal giovane. Nel corso della colluttazione, è intervenuta anche una persona presente all’interno del bar, ma è stato preso a pugni e schiaffi dalla furia del giovane ubiraco. Dopo aver pertanto “regolato” i conti, si è poi allontanato e si è recato sanguinante verso l’ospedale. All'interno del pronto soccorso, in stato di confusione ed agitazione, ha iniziato ad inveire contro la guardia giurata posta di servizio all’interno della struttura sanitaria per poi proseguire contro il personale medico e paramedico addetto al servizio di pronto soccorso. Poi ha imbrattato con il proprio sangue diverse porte, arredi, pareti ed alcuni documenti posti all’interno della sala medica del pronto soccorso e ha danneggiato, nella circostanza, anche un lettino medico.
Mentre il personale sanitario tentava di riportarlo alla calma per sottoporlo alle opportune medicazioni, La Pietra nel vedere giungere anche il titolare del bar, già ferito, per poter usufruire anch’egli di cure mediche, si è scagliato nuovamente contro lo stesso colpendolo con diversi calci e pugni.
Scattato l’allarme al 113 sul posto una pattuglia volante. Dopo una colluttazione il giovane è stato immobilizzato. Le persone colpite e ferite nella colluttazione hanno riportate ferite e contusioni varie giudicate guaribili fra i 5 e i 10 giorni. Per tutta la nottata e fino alla mattina sono rimaste sospese le attività del pronto soccorso, dirottando i pazienti nelle strutture vicine.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?