Salta al contenuto principale

San Luca, chiesta la commissione
d'accesso al Comune

Basilicata

Nelle carte gli interessi dei boss sulle azioni della pubblica amministrazione. I carabinieri hanno presentato una relazione al prefetto di Reggio Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 5 secondi

I carabinieri hanno chiesto al Prefetto di Reggio, Luigi Varratta l'invio della commissione d'accesso per il Comune di San Luca attraverso una relazione che fa il punto sulla situazione amministrativa e ambientale dell'ente aspromontano. Nel mirino dei carabinieri ci sarebbero i collegamenti tra alcuni amministratori e dipendenti ed elementi considerati di primo piano nel panorama 'ndranghetistico della Locride.
Quanto gli uomini dell'Arma hanno presentato al Prefetto Varratta è suffragato dalle risultanze investigative emerse in occasione di recenti operazioni di lotta alla criminalità organizzata che hanno coinvolto numerosi pregiudicati appartenenti alle cosche locali. Infatti negli ultimi anni le inchieste coordinate dalla Dda di Reggio Calabria, e svolte operativamente dai carabinieri, hanno portato alla luce un intreccio di interessi economici e politici a capo dei quali ci sono i boss che gravitano nell'area aspromontana e che hanno puntato la loro attenzione sugli appalti pubblici, sulla politica e sul controllo del capillare del territorio. I militari chiedono di poter verificare attraverso lo studio di atti e delibere pubbliche se anche le scelte amministrative del Comune di San Luca siano state condizionate dalla pressione della 'ndrangheta. Se Varratta deciderà, sulla base delle risultanze investigative dei carabinieri, di inviare i commissari a San Luca, sarà attraverso la loro relazione che si stabilirà se ci saranno o meno le condizioni per lo scioglimento dell'ente.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?