Salta al contenuto principale

2^ Divisione. Vigor, il centravanti
De Luca rompe il ghiaccio

Basilicata

De Luca si è sbloccato «Era importante. Con l’umiltà faremo strada». Dopo il pareggio contro il Gavorrano si pensa alla gara contro l'Arzanese

Tempo di lettura: 
1 minuto 59 secondi

Alla ripresa degli allenamenti ieri pomeriggio al “D’Ippolito” il gruppo non sapeva ancora darsi pace per il pari subito in pieno recupero dal Gavorrano. Soprattutto Fabio De Luca che si è sbloccato con la prima rete del campionato: «Una partita ormai vinta - ripeteva ieri pomeriggio in sala stampa il centravanti biancoverde - negli spogliatoi ovviamente eravamo dispiaciuti perché dopo una partita sofferta riesci a fare il gol del 2 a 1 ti rimane l'amaro in bocca perché eravamo convinti di aver portato i tre punti a casa».
Ora però si deve pensare al match esterno di domenica contro l’Arzanese e De Luca non può non soffermarsi sul primo gol del campionato dopo che l’anno scorso, di questi tempi, ne aveva segnati molto di più: «Un gol rocambolesco - racconta - però sono contento, non vedevo l'ora di sbloccarmi e onestamente questa situazione cominciava a pesarmi anche se devo dire la verità, lo voglio dedicare ai miei compagni di squadra, allo staff tecnico e anche al direttore, alla società che mi hanno fatto sentire sempre un punto importante in questa squadra e mai mi hanno fatto pesare questa astinenza dal gol, ma sapevamo tutti che prima o poi sarei riuscito a sbloccarmi, sono contento perché per un attaccante che vive di gol questo è fondamentale però dispiace per il pareggio ottenuto dagli avversari a partita quasi finita». L’Arzanese De Luca, la conosce bene: «una squadra arcigna, tosta, ci sono tanti giocatori che vengono dall'eccellenza dove hanno vinto il campionato e poi l'anno scorso hanno ottenuto la C2 con il ripescaggio». Per il numero 9 biancoverde dunque «è una partita da prendere con le molle, sappiamo che non è facile però ce l'andiamo a giocare come abbiamo sempre fatto e speriamo di portare questi tre punti a casa che adesso sono importanti per proseguire questo cammino che fino adesso è stato abbastanza positivo, direi addirittura strepitoso però è chiaro che dopo quattro pareggi vogliamo tornare a guadagnare i tre punti». E sul futuro del campionato della Vigor, e degli altri, afferma che «per adesso Paganese, Perugia e l'Aquila hanno qualcosa in più delle altre. Poi sotto bisogna guadagnarsi la pagnotta partita dopo partita. Ci saremo anche noi sicuramente se manteniamo questa umiltà e cattiveria agonistica come è capitato in tutte le partite. Sicuramente così possiamo toglierci prima noi delle soddisfazioni e poi darle alla società, che fa tanti sacrifici e anche ovviamente ai nostri tifosi».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?