Salta al contenuto principale

Catanzaro: tre persone arrestate
per duplice tentata rapina

Basilicata

Nella stessa serata avevano tentato di rapinare due persone che si sono rivolte alla polizia. Arrestati tre stranieri

Tempo di lettura: 
1 minuto 41 secondi

Gli agenti della Questura di Catanzaro hanno arrestato tre persone con l'accusa di duplice tentata rapina. Ieri sera verso le ore 22, alla Centrale Operativa 113 della Questura è gunta la chiamata di un giovane che chiedeva soccorso dopo essere stato aggredito da tre stranieri in viale Crotone.
I tre individui, l’avevano sorpreso alle spalle, nei pressi di una tabaccheria dello stesso Viale, intimandogli con tono minaccioso di consegnare i soldi, le chiavi di casa e il telefono e al rifiuto espresso dal giovane, lo hanno aggredito cercando di privarlo del telefono cellulare e del portafogli.
La vittima è riuscita a liberarsi dalla presa dei suoi aggressori ed ha subito avvisato la Polizia e fornito le caratteristiche somatiche dei tre stranieri. Nel corso dell’intervento un altro cittadino ha denunciato di essere stato a sua volta aggredito durante un tentativo di rapina compiuto da tre giovani di nazionalità straniera.
L’uomo si è messo in salvo in un condominio chiudendo il portone di ingresso, notando che i tre sconosciuti si erano allontanati in direzione di Via Progresso ed ha poi cercato aiuto, incontrando gli Agenti della Volante del Commissariato che erano intervenuti su richiesta dell’altra vittima.
Così è iniziata la perlustrazione della zona e gli agenti hanno rintracciato in Via Del Progresso, vicino a un noto esercizio commerciale, tre persone corrispondenti alle descrizioni fornite dalle vittime.
Si tratta di Dzmitry Danilau, 40 anni, di nazionalità bielorussa; Artiom Tropec, lituano, di 25; Valerii Klymov, Ucraino, di 36, tutti domiciliati a Catanzaro. I tre sono stati dichiarati in arresto perchè ritenuti responsabili delle due tentate rapine. Durante le operazioni di perquisizione degli arrestati, Tropecha opposto resistenza al controllo effettuato dagli Agenti sferrando calci e pugni. E' stato perciò ammanettato e accompagnato, insieme ai suoi complici, negli Uffici della Squadra Volante ubicati al Polifunzionale della Polizia di Stato. Dopo le formalità di rito gli arrestati sono stati associati alla Casa Circondariale di Siano. Successivamente la vittima e i due assistenti di Polizia aggrediti sono stati rsottoposti a cure mediche in ospedale. Per tutti la prognosi è di 5 giorni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?