Salta al contenuto principale

Toghe lucane bis: l'intercettazione
Campagna-Cervone

Basilicata

«Quello sembrava il paladino senza macchia ma non era così»

Tempo di lettura: 
4 minuti 12 secondi

QUANDO HA capito che per lui si stava mettendo male Leonardo Campagna(C), il poliziotto di Cerignola che aveva materialmente spedito l’esposto a firma del «signor Sicofante» si è messo addosso un registratore e ha affrontato Nicola Cervone (CV), lo 007 che gli aveva consegnato quei plichi. L’idea era raccogliere una confessione che potesse scagionarlo. Per i pm di Catanzaro si tratta di un indizio fondamentale.

C: mò, a proposito di quello che hai detto voglio sapè una cosa, ma di quello che è successo, di quella stronzata, scusami se mi permetto, di quella stronzata vostra
C: quella stronzata vostra
CV: bhè?
C: eh, ma a voi che vi è servito tutto questo?
CV: è servito, lo sai! C: è servito a parecchio! (...) no, aspetta perché io voglio sapere un poco di meglio, io voglio sapere da questa storia quando cazzo me la so, i tuoi amici, mi devi spiegare
CV: Dino, senti, cerca
C: io non ho capito il fa.. no, forse io, io, precedimenti penali non ne ho mai avuti e non ne vorrei mai, cioè in questo fatto mi devi spiegare come sai (.) CV: te l’ho spiegato, Dino, che cazzo devo fare, te lo devo mettere per iscritto, allora senti, ascoltami un attimo, io in questo periodo, eh, e te l’avevo già detto, ho evitato rapporti con tutti, per un motivo molto semplice C: com’è (.) amico magistra... com’è che si chiama quello? (...)
CV: si, uagliò tu non puoi fare lo schizzato, così, ma mò, toglimi una curiosità, ma perché sotto natale mi chiudevi il telefono, io tenevo bisogno di parlarti
C: io c’avevo mia madre all’ospedale
CV: Dino
C: era successo il fatto che ero stato chiamato dal Questore, eh? Era successo il fatto che ero stato chiamato dal Questore, e io a te (.) se ti trovavo per davanti ti uccidevo (.) no, no, ti dico la verità, se ti trovavo per davanti a te ti uccidevo, è meglio, te lo dico proprio sinceramente, se sta storia non si chiude, io veramente non me la tengo sta faccenda, te lo dico proprio sincero, te lo dico proprio sinceramente
CV: Dino, ma che cazzo di discorsi stai facendo (.) come se io t’avessi lasciato col culo per terra, ma tu sei forte sei, Dino, ma tu tieni i cazzi tuoi, ma li tengo pure io, abbi pazienza, io nonostante questo, scusami se ti parlo così, perché
C: i cazzi miei veramente, non sono cazzi miei!
CV: Dino scusami, ehm, cerca di capire, ti sto parlando così perché tra ieri e oggi so io che cazzo ho (.), sono, sono lievemente
C: questo, quest’intercessione del Procuratore Capo di, di Potenza con quelli, che ca.. io c’ho pensato, quando tu me lo hai detto l’altra volta, allora, se c’è un accordo tra quelli di Potenza e questi di Catanzaro, c’è una sorta d'intesa, perché le altre volte, mi vieni a dire l’altra volta: “è quello sta sospenduto (n.d.r. come pronunciato in dialetto) è venuto De Magistris, ha fatto, ha detto” tu l’altra volta (...)
CV: e non hai capito un cazzo! C: no, no, non ho capito un cazzo!
CV: non hai capito un cazzo! In passato, ma questa è storia che tu puoi vedere su internet, puoi vedere sui giornali, De Magistris venne a Potenza a fare perquisizioni varie, (.) l’ex Procuratore Generale, che mò se n'è andato in pensione (Vincenzo Tufano,ndr), tutte cose, questo ti sto parlando di due anni fa
C: uhm
CV: tutte cose che sono state adesso, non archiviate, cens... come si dice, insomma, questo non le poteva fare queste perquisizioni, ehm, hai visto quando tu fai delle perquisizioni illegittime
C: ho capito, dai! (.) erano, non erano, vabbè!
CV: quindi è stato censurato il comportamento, questi sono stati tutti quanti scagionati, in virtù di questa lotta che c’era Potenza-Catanzaro, De Magistris-Woodcock-Montemurro da un lato, altri dall’altro lato, ci fu quella storia del Procuratore Generale di Catanzaro che avocò a se tutta l’indagine, togliendola a De Magistris e scoppiò il casino e mandarono De Magistris al Csm. De Magistris è stato condannato dal Csm, fu trasferito dal Csm, De Magistris s’è candidato, adesso a Catanzaro non è rimasto più nessuno della cordata De Magistris, questo ti dicevo io, non che si stanno scannando tra di loro, si sono scannati, poi da Potenza è stato mandato via Montemurro, è stato mandato via Woodcock e
C: ah, se n’è andato Woodcock?
CV: è stato mandato via a Napoli, non c’è più da, da novembre credo, uhm sì, da novembre!
C: e perché, scusa poi in tutto quello, l’accanimento verso Woodcock non l’ho mica capito!
CV: Dinù là c’era tutto un giro di magistrati che s’erano accordati fra loro per poter fare diversi casini e tutta una co.. ti dovrei, dovremmo sederci e parlarti ore, capito! Era tutto un bordello che avevano fatto tra si loro, non è che c’era un accanimento, e che quello sembrava il paladino senza macchia e senza paura, ma non era così!

http://www.facebook.com/pages/Il-Quotidiano-della-Basilicata/14415881228...|14]Visita la nostra pagina Facebook

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?