Salta al contenuto principale

Calcio. Inter, Milito a Terranova
da Sibari: "Sono vicino ai genovesi"

Basilicata

E' tornato nel paese dei nonni, l'attaccante dell'Inter, Diego Milito, che ha voluto rivolgere un pensiero ai genovesi in questo tragico momento di difficoltà

Tempo di lettura: 
2 minuti 37 secondi

Diego Milito, è oggi in Calabria per ricevere la cittadinanza onoraria di Terranova da Sibari, paese natale dei suoi nonni. L'attaccante neroazzurro ha anche rivolto un pensiero alla popolazione di Genova duramente colpita dell’alluvione: «Sono vicinissimo ai genovesi e a tutti i liguri. Io li porto nel cuore». «Genova – ha aggiunto – è stata la prima città in cui sono venuto ed i genovesi mi sono stati vicini quando non avevo ancora la famiglia in Italia. Sono grato ai genovesi e alla società del Genoa. Li voglio abbracciare tutti e sono vicino a loro». Ed un pensiero Milito vuole rivolgerlo anche ai suoi colleghi che in questo momento stanno vivendo un momento di difficoltà legato al loro stato di salute: «Sono vicino a Cassano ed a Gattuso, al di là della maglia che indossano. Abbraccio Rino e Antonio e auguro loro di tornare il più presto possibile sui campi di calcio per tornare a fare quello che hanno dimostrato di saper fare». Arriva anche dalla sponda nerazzurra di Milano un saluto ed un incoraggiamento ai due giocatori milanisti. A lanciarlo è l’attaccante dell’Inter Diego Milito, oggi in Calabria.
«Il Milan – ha aggiunto – è una grande squadra ma sicuramente avrà bisogno anche di loro due». L’attaccante nerazzurro ha poi elogiato il suo ex allenatore, Josè Mourinho: «resta il numero uno e mi è stato sempre vicino». E con Ranieri? «Con lui ho un ottimo rapporto».
Milito non nasconde che gli farebbe piacere una chiamata dalla Nazionale argentina: «In questo momento sono all’Inter ma se arrivasse la chiamata della mia Nazionale sarei felice, mi piacerebbe ancora dare il mio contributo». «Ci sono sempre – ha poi concluso – le motivazioni per andare avanti. Per me indossare la maglia dell’Inter è una grande motivazione».
Intanto il calciatore interista è da oggi cittadino onorario di Terranova da Sibari (Cs), piccolo paese di 5000 abitanti del cosentino, dal quale, tanti anni fa, i suoi nonni partirono per l’Argentina in cerca di fortuna.
L’attaccante dell’Inter ha ricevuto il riconoscimento deciso dal Consiglio comunale, su input del sindaco Eugenio Veltri, nel corso di una cerimonia che si è svolta stamani in Municipio.
«A Diego Milito, che interpreta con professionalità gli autentici valori dello sport nella sua straordinaria carriera di calciatore, dando lustro alla nostra cittadina che diede i natali ai nonni paterni – è scritto nella motivazione – il Consiglio comunale di Terranova da Sibari conferisce la cittadinanza onoraria».
Milito, visibilmente commosso, ha voluto ricordare i nonni: «Avevano sempre nel cuore Terranova. Se oggi sono qui è perchè volevo conoscere questa terra. I miei nonni mi hanno sempre raccontato di una magnifica ed indimenticabile terra. Essere cittadino onorario di Terranova mi riempie di orgoglio e mi onora. Oggi è un giorno speciale. Non dimenticherò mai questa giornata trascorsa insieme. Voglio salutare due persone che non ci sono più: ciao nonno Salvatore, ciao nonna Caterina».
«Questo evento – ha detto il sindaco – testimonia il legame di Milito con la terra dei suoi avi. Milito è un campione non solo nello sport ma anche nella vita. In questo giorno di festa per la nostra comunità non possiamo non essere vicini alle popolazioni della Liguria e della Toscana che hanno subito vittime per il maltempo».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?