Salta al contenuto principale

Cosenza. Protesta dei giovani de La Destra
alla sede di Equitalia

Basilicata

Azione dimostrativa a Cosenza dei giovani de La Destra davanti alla sede di Equitalia: «Italia equa, non Equitalia»

Tempo di lettura: 
1 minuto 6 secondi

Nella notte i militanti del partito La Destra, con volantini e locandine hanno apposto negli ingressi degli uffici dei nastri di recinzione e degli striscioni. A comunicarlo è la federazione provinciale del partito di Cosenza. Alle pareti sono stati sistemati alcuni striscioni con slogan come «Italia equa, non Equitalia», «La Destra al fianco dei cittadini vessati, fermiamo Equitalia», «Equitalia, strozzina legalizzata», «Siamo pronti a pagare per l’Italia non per Equitalia». «La nostra battaglia contro Equitalia – è spiegato una nota - continua ed anzi si rafforza dopo le ultimissime modifiche apportate alla finanziaria che hanno permesso all’Agenzie delle Entrate di affilare le armi. Dal mese scorso, infatti, le cartelle esattoriali sui mancati pagamenti Irpef, Ires, Irap e Iva relativi ai periodi d’imposta 2007, 2008 e 2009 diventeranno immediatamente esecutive già dopo 60 giorni dalla notifica. Non vogliamo di certo favorire gli evasori poichè la nostra è una battaglia di vera giustizia sociale: ridurre sul lastrico famiglie, artigiani, piccole e medie imprese non può e non deve essere la soluzione per risolvere il problema delle casse dello Stato e degli Enti pubblici».
«La Destra – conclude la nota – ha introdotto nelle istituzioni dove governa il Mutuo Sociale per dare la possibilità a tutti di possedere la casa di proprietà; non può di certo rimanere immobile di fronte a chi ora vuole pignorarla senza dare al cittadino la possibilità di difendersi».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?