Salta al contenuto principale

Serie D/I. L’Acri non si fascia la testa

Basilicata

E' arrivata la terza sconfitta di questo campionato, domenica scorsa per la squadra del presidente Scaramuzzo a Nola in casa del Nuvla San Felice

Tempo di lettura: 
1 minuto 44 secondi

L'Acri, nonostante gli sforzi, dopo una partita combattuta dall'inizio alla fine, non è riuscito a strappare nemmeno un punto alla squadra campana, interrompendo così la striscia positiva che durava da sei giornate. Ferraro che ha dovuto fare a meno dello squalificato Mauro e dell'acciaccato Domanico le ha provate tutte per vincere o pareggiare la partita, schierando una formazione offensiva e concludendo la partita addirittura con quattro attaccanti. Gli attacchi dei rossoneri sono stati vani sia per l'imprecisione sotto porta sia per la bravura degli avversari che hanno chiuso tutti varchi senza concedere spazi . La squadra di mister Ferraro è inciampata nell'unica disattenzione della gara da parte della difesa dove alla fine impegno e volontà non sono bastati per ribaltare il risultato. Mister Ferraro ha schierato un 4-3-3 con Turco tra i pali, difesa a quattro con Filidoro e Mancino terzini e la coppia Bilotta - Deffo centrali difensivi, centrocampo tutto d'esperienza con Perrelli davanti la difesa e con Foderaro e Cavatorti sugli esterni , in attacco tridente formato da Berlingieri, Galantucci e Sergi con il primo un po' più arretrato rispetto agli altri due. Una partita dove alla fine Perrelli e soci ne sono usciti sconfitti, ma nettamente a testa alta per la grande prova offerta e per averci provato fino alla fine strappando applausi ai centocinquanta ultras rossoneri arrivati in Campania. In casa rossonera resta alto il rammarico di una sconfitta che di sicuro si poteva evitare ma che alla fine ci può stare. Ad ogni modo l'Acri c'è, con lo spirito giusto per riprendere, da subito, la marcia vincente e consolidare, dunque, una classifica che rimane prestigiosa visto che la squadra rossonera è partita come matricola di questo campionato.
Da oggi si penserà a lavorare in vista del doppio impegno casalingo partendo da domenica quando al “Pasquale Castrovillari” arriverà il Nissa, fanalino di coda del girone assetato di punti. La compagine di mister Ferraro sa che per raggiungere l'obbiettivo salvezza non potrà sbagliare, chiedendo al suo pubblico la spinta in più per riuscirci, infatti gli spalti del Castrovillari ancora una volta saranno gremiti in ogni ordine di posto.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?