Salta al contenuto principale

Squillace, arrestato marocchino
per maltrattamenti in famiglia

Basilicata

Visto la gravità dei fatti, il pm di turno, la Dott.ssa Costa, ha disposto che l’arrestato fosse tradotto nel carcere di Siano in attesa del giudizio di convalida

Tempo di lettura: 
0 minuti 49 secondi

I carabinieri della Stazione di Squillace (Cz) hanno tratto in arresto per reiterati maltrattamenti in famiglia, Elamri Belgacem, operaio marocchino di 43 anni, da tempo residente a Squillace. L’arresto è scaturito dopo che la di lui moglie, C.A. una squillacese di 32 anni, si è presentata in caserma in visibile stato di agitazione e con vistosi lividi al collo che dimostravano un tentativo di strangolamento.
La donna ha raccontato ai militari di essere stata aggredita dal marito per futili motivi. I carabinieri hanno attivato immediatamente le ricerche dell’aggressore, che è stato rintracciato presso la sua abitazione. Alla vista dei militari ha iniziato ad innervosirsi e a minacciarli ma una volta bloccato è stato portato in caserma, dove vi è rimasto per tutto il pomeriggio in attesa degli ulteriori accertamenti. I carabinieri hanno dovuto ricostruire la vicenda con precisione, riuscendo a dimostrare che già in passato il coniuge aveva avuto comportamenti violenti, sia contro la moglie che contro altri cittadini di Squillace, ed in serata sono scattate le manette.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?