Salta al contenuto principale

Oppido Mamertina, uccide la sorella
a coltellate e si costituisce

Basilicata

Ha ucciso la sorella a coltellate, poi si è consegnato agli agenti del commissariato di polizia di Palmi (Rc). È accaduto a Oppido Mamertina, nel reggino, questa mattina.

Tempo di lettura: 
0 minuti 59 secondi

Un uomo di 42 anni, Giovanni Frisina (a destra), ha ucciso a coltellate la sorella, Rita (a sinistra), di 52 anni questa mattina nell’abitazione in cui entrambi vivono, ad Oppido Mamertina, nel Reggino. Giovanni Frisina si è poi costituito al Commissariato di polizia di Palmi. L’uomo non ha fornito, al momento, particolari sul movente dell’omicidio. Le indagini sono dirette dal pm della procura della repubblica di Palmi, Giulia Pantano.
Secondo una prima ricostruzione l'omicidio sarebbe scaturito da una lite provocata dai problemi di depressione di cui da tempo soffriva la vittima. Giovanni Frisina, autore dell'omicidio, è un bracciante agricolo e non è sposato, così come non lo era la sorella. Da qualche tempo i rapporti tra i due, che avevano sempre convissuto dopo la morte dei genitori, erano diventati difficili a causa della depressione in cui era caduta Rita Frisina.
La donna, stando quanto è emerso dalle indagini, stressava il fratello con continue richieste e con la stranezza dei suoi comportamenti. Stamattina c'è stata tra i due, senza che in casa ci fosse nessun altro, l’ennesima discussione al culmine della quale Giovanni Frisina ha impugnato un coltello da cucina ed ha colpito più volte la sorella, uccidendola all’istante.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?