Salta al contenuto principale

Cerzeto, scoperto un magazzino adibito
a deposito di botti illegali

Basilicata

L'operazione di oggi, segue il sequestro di oltre una tonnellata di fuochi d’artificio eseguito nello scorso mese di settembre dai finanzieri della Compagnia della Guardia di Finanza di Rossano

Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

Le fiamme gialle di Cosenza, hanno scoperto in una zona abitata del Comune di Cerzeto (Cs) un magazzino adibito a deposito di fuochi pirotecnici. Il responsabile è stato individuato dai militari mentre usciva dal deposito intento a caricare la merce su un veicolo sprovvisto dei requisiti di conformità. Nell’immediatezza sono state eseguite mirate operazioni di perquisizione che hanno consentito di rinvenire una tonnellata e mezzo di materiale pirico di «IV» e «V» categoria per il quale, tra l’altro, occorre specifica autorizzazione prefettizia. In particolare, sono state sequestrate batterie di elevato potenziale pirico, nonchè bombe artigianali usualmente esplose con appositi mortai per un totale di 5.156 pezzi, 12.289 bocche di fuoco e 3.000 metri di miccia. L'uomo sorpreso dal tempestivo intervento dei finanzieri, S.G. di 60 anni, agricoltore di Cerzeto, che non è stato in grado di esibire alcuna documentazione giustificativa del possesso del materiale esplodente è stato denunciato, a piede libero, alla Procura della Repubblica di Cosenza. Si tratta di uno dei più consistenti sequestri di materiale pirotecnico del genere vietato effettuato nella provincia di Cosenza.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?