Salta al contenuto principale

2^ Divisione. La Vibonese
beffata nel finale

Basilicata

Il Fano vince di rimonta: un colpo di testa al 43' della ripresa vale tre punti.
Mazzetto aveva portato in vantaggio i rossoblù, poi raggiunti da Marolda sempre nel primo tempo

Tempo di lettura: 
1 minuto 17 secondi

Si interrompe a Fano la serie positiva della Vibonese che fino a un paio di minuti dal novantesimo si era illusa di allungare a cinque la striscia di risultati utili. A guastare i piani di Corapi e soci il colpo di testa di Colombaretti in mischia che ha invece regalato ai granata di casa il quarto successo nelle ultime sei gare, consentendo così anche l'aggancio in classifica. È stata una sfida aperta a qualsiasi soluzione sin dall'inizio e soprattutto nel secondo tempo, quando i ritmi si sono alzati e le squadre allungate. La Vibonese è arrivata al vantaggio grazie al gran gol di Mazzetto e poi ha legittimato l'1-0 con una tenuta del campo che è andata in crescendo e che non è stata inficiata dal pari dell'Alma Juventus in cui la complicità del portiere De Filippis è stata evidente. Nella ripresa marchigiani più determinati nel cercare il successo ma Vibonese mai troppo remissiva e capace di rendersi pericolosa in un paio di circostanze. Rispetto alla partita vinta col Milazzo il tandem Ferrante-Viola rimpiazza lo squalificato Caridi con Cosentino, fa rifiatare Puntoriere schierando Caraccio, mentre Mazzetto viene spostato a destra per favorire l'inserimento di Benincasa. E' ovviamente Doukara l'uomo deputato ad assistere la punta di riferimento e strada facendo il 4-1-4-1 di partenza finisce per somigliare parecchio ad un 4-2-3-1. Nonostante il gol al 19' del primo tempo del rossoblù Mazzetto, arriva il recupero di Marolda del Fano al 32' mentre chiude la gara Colombaretti allo scadere della ripresa e il Fano mette nel sacco tre punti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?